Italia

THE BEST OF PUGLIA: 10 LUOGHI IMPERDIBILI PER UN VIAGGIO INDIMENTICABILE

Vieni a ballare in Puglia, afferma una canzone, ormai famosa di Caparezza, cantore moderno di una terra ricca di fascino, dove tutti ballano, si emozionano e perdono la testa dinnanzi a una bellezza ancestrale.
Natura, Mare, Cultura e Gastronomia in un mix esplosivo e stravagante che danza a ritmo di pizzica e taranta. E’ la magia della Puglia, regione affascinante che si affaccia su due mari, lo Ionio e l’Adriatico e che regala prospettive indimenticabili, borghi sospesi nel tempo, castelli leggendari e valli incantate puntellate da curiosi coni di pietra, i trulli.
Per celebrare la bellezza di questa regione così unica e originale, abbiamo provato a stilare una top 10 delle principali attrazioni da non perdere in un viaggio in Puglia, consapevoli però che di meraviglie, da queste parti ce ne sono molte, forse troppe per essere scoperte tutte in un colpo solo!

Faraglioni di Torre Sant’Andrea, Melendugno (photo credits @massimovirgilio)

“La Puglia è un continente. Montagnosa e rurale nel Subappennino dauno, rocciosa e arcaica nel promontorio garganico, si stende in una piana frumentosa nel Tavoliere, si fa siccitosa sulla Murgia, olivicola e mercantile sul mare, per diventare di sughero e neve a sud del capoluogo e tornare friabile e aspra nel Salento.”
(Raffaele Nigro)

1. CASTEL DEL MONTE E LA RETE DI CASTELLI FEDERICIANI

Partiamo dalle province settentrionali, per andare alla scoperta di Castel del Monte, l’affascinante (e misterioso) maniero di Federico II, capolavoro assoluto dell’architettura medievale e simbolo indiscusso della Puglia, tutelato dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Questa straordinaria fortezza, che si trova nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, a 17 km da Andria, isolata su di una dolce collina con vista sull’orizzonte, fa parte della fitta rete di castelli legati alla figura di Federico II di Svevia. In documento emanato nel 1241 dallo stesso Federico, lo “Statutum de reparatione castrorum”, disseminati tra Basilicata e Puglia, se ne contano ben 111! Tra questi i più importanti sono i castelli di Lucera, Melfi, Castel del Monte, Bari, Barletta, Trani, Gioia del Colle, Oria e Brindisi.

Veduta aerea di Castel del Monte (photo credits @giuliagasp)

2. PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia si estende dalla costa adriatica ai rilievi lucani e comprende nel suo vasto territorio una morfologia molto varia, che va dalla roccia calcarea, al tufo e ai depositi argillosi. Si conserva qui l’ultimo esempio di steppa mediterranea presente in Italia.
Paesaggi bucolici e tradizioni ancestrali si fondono in un ambiente naturale molto affascinante, dove spiccano le costruzioni in pietra a secco, antico rifugio per animali durante la transumanza, oltre a maestose masserie, molte delle quali fortificate come vere e proprie fortezze.
Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, la cui sede istituzionale è Gravina in Puglia, è un luogo naturale perso nel tempo, dove uomo e natura cooperano da sempre, contribuendo a creare uno scenario davvero unico.

Il paesaggio tipico della Murgia

3.TRANI

Il centro storico di Trani è una delle tante cartoline indimenticabili di una Puglia sempre più affascinante, con la cattedrale di San Nicola in stile romanico e la sagoma del Castello Svevo costruito da Federico II a ridosso del pittoresco porticciolo di pescatori; come dimenticare, poi, la Giudecca, il quartiere ebraico, che ospita la sinagoga più antica d’Europa, le architetture rinascimentali in marmo locale e i palazzi in stile tardo-gotico. Trani biancheggia sul mare Adriatico, fissandosi indelebilmente nella memoria del viaggiatore.

Il pittoresco porticciolo di Trani

4. POLIGNANO A MARE

Polignano è un vero e proprio gioiello, un borgo arroccato che si affaccia su di un mare cristallino, e per questo conosciuta come la “Perla dell’Adriatico”. Situato a a poco più di 30 km da Bari, Polignano custodisce un centro storico di straordinaria suggestione, che tradisce eredità arabe, bizantine, normanne e spagnole, in un mix di architetture che lascia a bocca aperta il visitatore. Altresì famosa anche per aver dato i natali a Domenico Modugno, oggi la cittadina straborda di turisti e visitatori, specie d’estate, tutti attratti dalla naturale conformazione che fa di Polignano un balcone verso l’infinito dell’orizzonte.

Polignano a Mare (photo credits @iulialaslea)

5. LA VALLE D’ITRIA E I TRULLI DI ALBEROBELLO

Uno dei luoghi più esclusivi della Puglia, che più amiamo in assoluto, è la Valle d’Itria, una vallata verde, che si accende al sole, punteggiata da caratteristici trulli, con muretti a secco che delimitano vigneti e uliveti a perdita d’occhio. Nel mezzo, candidi borghi medievali, tra i più belli d’Italia, animano la campagna circostante. La Valle d’Itria è un angolo di paradiso a cavallo tra le province di Bari e Brindisi e Taranto, e fa riferimento ai comuni di Martina Franca, Locorotondo, Cisternino e Alberobello.

“Giuly sui Trulli” – Alberobello

6. OTRANTO

Otranto è una tappa cruciale di qualsiasi viaggio in Puglia, per la sua storia e per la sua posizione, giacché si trova (ad appena 40 km da Lecce) su uno sperone roccioso a picco sul mare, protesa verso Oriente.
Il lungomare degli Eroi, ai piedi del borgo antico, dove si trova il monumento ai caduti del mare, e il maestoso faro di Punta Palascià sono simboli inconfondibili di quello che è considerato il Comune più a oriente d’Italia. D’altronde, Otranto è sempre stato un ponte tra due mondi, Oriente e Occidente, e conserva ancora i segni di una storia millenaria in bilico tra due culture, araba e cristiana.
Il litorale roccioso e le numerose spiagge fanno di Otranto una location privilegiata dove fare base, un mix irripetibile di Storia, Mare e Natura.

Il Centro Storico di Otranto (photo credits @vereverse)

7. LECCE

Più si viaggia in Puglia e più ci si rende conto che non basterebbe una vita per scoprirla tutta, motivo per cui saremo costretti a “saltare” molte tappe in questo nostro articolo, ma non Lecce, capoluogo del Salento distante dal mar adriatico appena 13 km. Antico centro messapico, Lecce è una città stupenda dove trionfa il barocco, che qui ha sviluppano uno stile peculiare e che caratterizza le facciate dei palazzi e delle chiese, rigorosamente in pietra leccese. Tre antiche porte, inoltre, “controllano” tuttora l’accesso alla città: Porta Rudie, Porta San Biagio e Porta Napoli, mentre l’Anfiteatro Romano e il Castello di Carlo V ci raccontano di una Storia prestigiosa che si protende nel corso dei secoli.

Il barocco leccese (photo credits @OpheliaCherry)

8. SANTA MARIA DI LEUCA,
LA PUNTA ESTREMA DEL TAVOLIERE

Ed eccoci a Santa Maria di Leuca, la punta estrema del Tavoliere, Finisterre, dove il Salento è conteso dall’Adriatico e lo Ionio e dove la poesia lascia spazio alla suggestione. Compresa tra Punta Ristola e Punta Meliso, Santa Maria di Leuca è un bellissimo borgo pieno di storia che può contare su un tratto di costa spettacolare. A vigilare sull’immensità di questo remoto angolo di Mediterraneo, il faro di Punta Meliso che con i suoi 47 metri è uno dei più importanti d’Italia. Ai suoi piedi c’è la Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae, a picco sul mare, luogo di devozione e suggestione. Inoltre, la costa frastagliata di Leuca è compresa nel Parco Naturale Regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca-Bosco di Tricase, il cui territorio è caratterizzate da grotte naturali raggiungibili via mare, ognuna delle quali alcova di affascinanti leggende.

La Marina di Leuca (photo credits @jfida)

9. PORTO CESAREO

Una delle località più suggestive di Puglia è senza dubbio Porto Cesareo, incastonata nel cuore della Terra d’Arneo a circa 30 km da Lecce.
E’ questo uno dei tratti marini più belli del litorale ionico, con spiagge dai toni esotici e un mare ammaliante. A fare da vedetta le antiche torri d’avvistamento poste a guardia della costa per prevenire gli attacchi dei saraceni, mentre il piccolo borgo vive secondo i ritmi del mare, riflettendosi nel pittoresco porticciolo.
Porto Cesareo offre un territorio molto variegato che comprende la Riserva Naturale-Regionale Palude del Conte e Duna Costiera, la Vecchia Salina di Torre Colimena, che si dentro la Riserva naturale Salina dei Monaci, e spiagge dai caratteri tropicali, con sabbia bianca e acque trasparenti. Tra queste spiccano: Punta Prosciutto (famosa per le sue dune alte anche 8 metri), Torre Chianca.

10.GALLIPOLI

Gallipoli, la “Città bella“, se i greci la chiamarono così, un motivo ci sarà pure! Per capirlo basta fare due passi nel borgo antico, arroccato su un’isolotto di origine calcarea e protetto da mura e bastioni, oppure farsi un giro tra le stradine lastricate del centro storico, magari facendo una sosta al mercato del pesce, che si trova ancora dove si trovava un tempo, ovvero nel fossato della fortezza angioina. Con le sue influenze greco-romane, bizantine, arabe e francesi, Gallipoli è sicuramente uno dei centri più affascinanti della Puglia. Ci troviamo a 40 km da Lecce, sul lato ionico, in un tratto di costa privilegiato e circondato da spiagge bellissime. Qui si respira storia, ma soprattutto aria di mare, insomma tratti originali che convivono bene con la movida estiva.

La spiaggia cittadina di Gallipoli

SCOPRI L’ITALIA DA SOLO, L’ITINERARIO TE LO FACCIAMO NOI!

Affidati a noi, siamo viaggiatori esperti, conosciamo molto bene tutte le zone di cui parliamo, e saremo felici di mettere al tuo servizio la nostra esperienza. Noi crediamo in un turismo più lento e responsabile, che privilegi il contatto con la gente e la natura, e dia priorità all’esperienza diretta.

SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI oppure VISITA LA NOSTRA PAGINA DEI SERVIZI, CLICCANDO QUI

Rocco D'Alessandro

Archeologo, laureato in Lettere Classiche, accompagnatore turistico professionista e traduttore, ama scrivere e fare sport di ogni genere. Animato da una passione spropositata per la Letteratura Latinamericana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *