aguateca9
Guatemala

I SITI MAYA PIU’ INCREDIBILI E MENO CONOSCIUTI DEL GUATEMALA: AGUATECA SUL RIO LA PASIÓN

La regione attraversata dal Rio La Pasión, che si trova alle propaggini occidentali del Guatemala, al confine con il Chiapas Messicano, è uno dei luoghi più remoti e meno visitati del Guatemala, eppure offre uno degli scenari più belli ed evocativi di tutto il Paese. Terra di foreste, di fiumi e soprattutto di grandi siti archeologici nascosti nel cuore della selva, di quelli che per raggiungerli bisogna essere davvero motivati e appassionati di avventure.

A SUD DI TIKAL, LUNGO LE SPONDE DEL RIO LA PASIÓN

Probabilmente la principale ragione della scarsa considerazione di questa regione da parte dei viaggiatori sta proprio nella sua dislocazione. Isolata da tutto e da tutti, disconnessa dalle principali località turistiche (la più vicina è Tikal di cui vi avevamo parlato QUI). Così che chi viene in Guatemala spesso decide di ignorare questa parte. Ed invece, sono proprio questi i posti che svelano le grandi ricchezze e suggestioni di un viaggio, e custodiscono segreti davvero preziosi. Perché in effetti è di questo che si tratta, di luoghi esclusivi e lontani dal flusso turistico. Certo sarà un po’ complicato arrivarvi, ma poi, immaginate la soddisfazione di ritrovarvi di fronte a templi maya soli soletti, voi, la Storia e la Natura.

aguateca04

E allora il Messico può aspettare, e da Flores-Tikal riscendiamo verso sud, e precisamente verso Sayaxchè, passando Santa Elena e La Libertad.E’ su questa direttrice che si articola il nostro percorso, perchè è proprio da Sayaxhè che si parte per raggiungere i siti archeologici di Dos Pilas e Altar de Sacrificios verso ovest, El Ceibal in direzione est, e di Tamarindito e Aguateca verso sud.
I popoli, che secoli or sono decisero di insediarsi lungo le rive del Rio La Pasion, lo fecero perché consapevoli dell’importanza strategica della regione, e della possibilità concreta di sfruttare il corso del fiume come punto di collegamento con le regioni del sud e del nord. Ogni popolazione che vive sulle sponde del Rio è una pagina piena di Storia e di reminiscenze maya, che vive in totale simbiosi con una Natura selvaggia, che custodisce “al suo interno” uccelli di ogni specie, scimmie urlatrici, tapiri, tartarughe, pesci e coccodrilli. Rio che attualmente è anche l’unica strada possibile per raggiungere siti archeologici altrimenti esclusi al mondo conosciuto! Ma procediamo.

aguateca02

 SAYAXCHÉ, PUNTO DI PARTENZA DELLA NOSTRA AVVENTURA

Posta in una pianura circondata da montagne, Sayaxchè è il punto di partenza per visitare i siti maya di Ceibal, Aguateca, Dos Pilas, Tamarindito, Altar de Sacrificios, e per scoprire il parco nazionale di El Rosario e la bella laguna Yaxtunilà, situata a soli 4 km dal centro abitato.
Il pueblo di Sayaxhè si trova praticamente di fronte alle sponde del Rio La Pasion, così che c’è sempre un andirivieni di barchette e di  traghetti, in una piacevole atmosfera rilassata. Ci sono qui alcune, anche se non tantissime opportunità di pernottamento e di ristorazione, giacché Sayaxchè è centro che vive principalmente di commercio. Quei pochi turisti che giungono qui con l’intenzione di visitare le aree archeologiche circostanti possono chiedere informazioni presso gli hotel, oppure informarsi presso i barcaioli in riva al fiume. Di fatto non esiste alcun ufficio turistico, così che conviene organizzarsi per proprio conto.

aguateca03

LO SPETTACOLARE SITO DI AGUATECA

AGUATECA è probabilmente il sito archeologico più affascinante tra tutti quelli menzionati. Lo si raggiunge dopo un’ora e mezza di navigazione in lancia (una specie di piccolo motoscafo allungato), durante la quale una moltitudine di paesaggi vi scorrerà davanti agli occhi, e l’immaginazione volerà su quelle acque limacciose, fino a quando non arriverà il momento di attraccare. Seguirà poi un suggestivo percorso nella foresta alla volta dell’ingresso del sito, durante il quale, per la verità, c’è il rischio di essere assaliti dai mosquitos, da queste parti tutt’altro che ospitali! Inoltre il caldo avvolgente, ed il terreno sconnesso renderanno tutto più difficile.

aguateca25

Vi capiterà poi di attraversare un canyon profondo ben trenta metri, che nei tempi passati fungeva da confine naturale e permetteva di controllare l’ingresso alla città.

aguateca06

E’ proprio questo canyon a rendere interessante il sito archeologico. Una fenditura spettacolare che dà ben l’idea di quanto fosse arroccata la cittadella, situata ad un’altezza di 90 metri sul livello del fiume, o meglio della laguna.

aguateca11

 

Inoltre, l’ottimo stato di conservazione degli edifici, risultato di un provvidenziale restauro, e lo scenario naturale, composto da alberi secolari su cui vivono scimmie urlatrici, e da una vegetazione tropicale, contribuiscono a rendere Aguateca un sito unico! 

aguateca00

INFO E COSTI

Per quanto riguarda la spesa da considerare per visitare il sito, ebbene non è bassissima, ma come si dice, vale assolutamente il prezzo del biglietto.
In verità l’entrata al sito è gratuita, ma quel che inciderà sul prezzo finale saranno il trasporto e la distanza (28 km da Sayaxchè): tre ore per andare e tornare, in barca solitamente per 2, max 4 passeggeri.

Prezzo per 2 persone: 500 Quetzales

aguateca07

E TU VUOI SCOPRIRE IL GUATEMALA DA SOLO, MA NON TI SENTI SICURO O NON SAI COME FARE? 
Affidati a noi, siamo viaggiatori esperti, conosciamo molto bene queste zone, e saremo felici di mettere al tuo servizio la nostra esperienza.
Pensa che abbiamo attraversato tutta l’America Latina da sud a nord, sfruttando solo mezzi di trasporti locali. Noi crediamo in un turismo più lento e responsabile, che privilegi il contatto con i popoli e la natura, e dia priorità all’esperienza diretta.
SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI AL NOSTRO INDIRIZZO MAIL info@vitaminaproject.com oppure VISITA LA NOSTRA PAGINA DEI SERVIZI, CLICCANDO QUI 

consulenze personalizzate

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *