arashiyama03
Giappone

ARASHIYAMA: COSA VEDERE OLTRE ALLA FORESTA DI BAMBU’

LE MIRABILIA DI ARASHIYAMA

Ad Arashiyama si trova la foresta di bambu’, probabilmente, più famosa del Giappone, o se non la più famosa, certamente la più fotografata. Eppure, questo ameno scorcio di esotiche suggestioni non è l’unico motivo per venire a farsi un giro da queste parti. Contribuiscono al prestigio del luogo, infatti, grandi scenari naturalistici, templi zen di indiscusso valore storico e stilistico, e una vitalità turistica che non dispiace, concentrata per lo più lungo la via principale su cui si affaccia questo suggestivo quartiere di Kyoto, Sagano-Arashiyama.

arashiyama-07

IL QUARTIERE DI SAGANO-ARASHIYAMA, UNO DEI TANTI SPUNTI DI KYOTO

Arashiyama è un quartiere di Kyoto, situato alle propaggini occidentali dell’area metropolitana, il cui confine naturale è dato da fitte foreste verigini, pendii montagnosi e da grandi canyon attraversati da fiumi di color verde-smeraldo. Qui si respira aria pulita e si gode del paesaggio selvaggio e vigoroso tipico della natura giapponese, ma non solo, perché la via principale del quartiere è popolata da tantissime boutique e negozietti, che donano all’ambiente un’atmosfera di frizzante vitalità. Oltretutto, antichi templi di scuola zen spuntano dalle retrovie del centro, aprendo la vista su bellissimi giardini giapponesi e architetture tipiche del Periodo Heian. Come si può apprendere, quindi, c’è più di un motivo per venire qui ad Arashiyama, oltre alla celeberrima foresta di bambù.

arashiyama-bamboo-forrest

“In principio, furono i nobili del periodo Heian (794-1185), l’antico nome di Kyoto, a quell’epoca capitale, ad accorgersi del valore di questa zona. Attratti principalmente dalle sue bellezze naturalistiche, dal clima piacevole, e favoriti dalla vicinanza con Kyoto, ne fecero presto una meta ideale per le loro vacanze, tanto che ancor oggi l’eco di quell’epoca rivivive intensamente nei templi buddisti, nei graziosi laghetti adornati da loti e nei suggestivi giardini giapponesi, come quello del Tempio Tenriu-ji”

tenriuji-temple

COME ARRIVARE

Arrivare ad Arashiyama è molto semplice, considerata soprattutto la stretta vicinanza con Kyoto. Vari bus partono, infatti, dalla Stazione Centrale di Kyoto e anche da altre parti della città, vi basterà chiedere per Arashiyama, o per la foresta di bambù.
Se siete in possesso del Japan Rail Pass, ci sono poi i treni della linea JR Sagano, che partono sempre dalla stazione centrale.
La maniera più suggestiva  di arrivare, però, è quella di prendere il trenino panoramico che parte da Shijo Omiya e che, in circa 25 minuti, vi condurrà a destinazione, attraversando alcuni dei quartieri di Kyoto tra l’altro molto pittoreschi. Una maniera per continuare ad osservare la vita dei giapponesi, direttamente dal ventre di una città sempre molto discreta ed ordinata.
Il biglietto lo si può fare direttamente a bordo, pagandolo a fine corsa, e costa 22o yen a persona.

arashiyama-train

COSA VEDERE AD ARASHIYAMA

Date le premesse, gli spunti qui ad Arashiyama sono molti e tra i più variegati. Vediamo di elencarne alcuni:

  • Il Tempio Tenriu-ji, il più importante e sontuoso di tutto il quartiere, non a caso parte della lista UNESCO, in quanto Patrimonio dell’Umanità. Fondato nel periodo Muromachi, e precisamente nel 1339, il tempio è conosciuto principalmente per il suo giardino, realizzato secondo i canoni zen per calmare le inquietudini dello spirito. Un paesaggio artefatto che riunisce in un’armonia di colori e prospettive tutte le caratteristiche del paesaggio naturale giapponese. Bello in primavera, ancor più suggestivo in autunno, quando gli aceri che si affacciano sulle sponde del laghetto, si infiammano di rosso e di arancione intenso.

    arashiyama01

  • Il ponte Togetsukyo che attraversa le acque impetuose del fiume Katsura è una delle cartoline più tradizionali del quartiere. Qui vengono gli innamorati a scambiarsi promesse d’amore, e sempre da qui si possono ammirare le fitte foreste di Arashiyama che popolano i rilievi delle montagne restrostanti.
  • Super consigliata è la crociera sul fiume Hozu, che per circa un paio d’ore, da Kameoka a Arashiyama, vi porterà alla scoperta di canyon mozzafiato e rapide impressionanti. Punto di imbarco: il molo di Kameoka.
  • E naturalmente, la celeberrima foresta di bambù, il cui ingresso è totalmente gratuito, e il cui viale introduce ad un ampio parco cittadino che porta ad un suggestivo belvedere,arashiyama-08prima di terminare il suo percorso lungo le dolci sponde del fiume Katsura, le cui acque verde-smeraldo donano all’intorno un colpo d’occhio veramente interessante, lungo le quali non è difficile veder scivolare dolcemente le tipiche imbarcazioni dei pescatori dalla forma allungata.
    Panorama che diventa ancor più idilliaco in primavera, quando i ciliegi del parco situato nelle retrovie del ponte Togetsukuyo vanno in fiore, contribuendo ad amplificare il romanticismo del luogo.

Katsura-River

  • Alla fine della foresta di bambù, si trova poi la villa privata del famoso attore Okochi Denjiro (1896-1962), i cui interni sono interdetti al pubblico, in compenso, però, è possibile visitare i meravigliosi giardini esterni, la casa del tè e le suggestive recinsioni.
    La villa rimane aperta tutti i giorni dalle ore 09.00 alle 17.00. Il costo d’ingresso è di 1000 Yen.

VUOI SCOPRIRE IL GIAPPONE DA SOLO, MA NON TI SENTI SICURO O NON SAI COME FARE? 

Affidati a noi, siamo viaggiatori esperti, conosciamo molto bene queste zone, e saremo felici di mettere al tuo servizio la nostra esperienza.
SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI AL NOSTRO INDIRIZZO MAIL info@vitaminaproject.com oppure VISITA LA NOSTRA PAGINA DEI SERVIZI, CLICCANDO QUI

consulenze personalizzate

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *