passport
AttualitàDestinazioni

COME RINNOVARE IL PASSAPORTO SCADUTO

Prima o poi, tra un viaggio e l’altro, arriva sempre il fatidico momento in cui vi soffermerete sul vostro passaporto e affermerete:
“Nooooo, cavolo, il passaporto sta per scadere”, questo nei migliori casi. Nei peggiori succede che, come per magia, o per maleficio, vi ritroverete il passaporto già scaduto. E allora? Che fare? Dove andare? E soprattuuto quanto pagare?
A tutte queste domande rispondiamo in questo articolo, sperando che sia un vademecum utile e soprattutto pratico.

PRIMA DI TUTTO: RINNOVO O RILASCIO DI UN NUOVO PASSAPORTO?

Prima di scoprire costi e tempi burocratici, è necessario stabilire se sarà sufficiente un semplice rinnovo, o se invece bisognerà avviare le pratiche per il rilascio di un nuovo documento. A tal proposito è bene sapere che il percorso burocratico per richiedere il rinnovo del passaporto scaduto è analogo a quello del rilascio, nello specifico andrà presentata una domanda con modello apposito, previo pagamento bollettino da 42,50 euro e marca da bollo per la concessione governativa.

Il nuovo rilascio dovrà essere richiesto sempre nei seguenti casi:

  • Nel caso in cui il vostro passaporto è scaduto da 10 anni.
  • In caso di smarrimento del documento
  • Nel caso in cui il passaporto è in scadenza entro i 6 mesi. Si tratta di una situazione border line, in quanto il documento è valido per il riconoscimento, ma potrebbe essere non accettatto dall’immiigrazione di molti paesi, i quali specificano come condizione d’entrata una validità di almeno 6 mesi.
  • Per i minorenni. Dal 2012 anche i bambini devono essere muniti di passaporto elettronico, e quindi l’iscrizione al passaporto dei genitori non è più considerata valida.

In tutti gli altri casi è sufficiente il rinnovo. A questo punto ci addentriamo sempre più nella burocrazia.

DOCUMENTI NECESSARI PER IL RILASCIO AGGIORNATI AL 2019

Per la domanda di rinnovo, bisogna compilare un modulo, che potete scaricare QUI 

Serviranno inoltre 2 fototessere recenti, di larghezza compresa tra i 35-40 mm, inquadrate in primo piano spalle e viso, e una copia del versamento su c/c postale n° 67422808, di 42,50 €, intestato al “Ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro” con la seguente causale:”importo per il rilascio per il passaporto elettronico di 32 pagine.

Serviranno infine 1 contrassegno telematico di 73,50 € reperibile presso i tabaccai autorizzati, la carta d’identità, accompagnata dal vecchio passaporto scaduto. In caso di passaporto smarrito, andrà allegata la denuncia di smarrimento.

IMPORTANTE: affinchè venga autorizzato il rilascio, è necessaria la rilevazione delle impronte digitali da parte del richiedente, la quale avviene esclusivamente presso la Questura, e quindi non può essere fatta nel giorno della consegna.

QUANTO COSTA RINNOVARE IL PASSAPORTO?

I costi li abbiamo già introdotti, ma li ricapitoliamo di seguito:

  • 73,50 € per l’acquisto del contrassegno elettronico, presso tabacchino autorizzato.
  • 42,50 € da pagare a mezzo bollettino postale

Rispetto al passato il pagamento della marca da bollo (73,50 € ) va pagato solo per il primo rilascio, e non annualmente ad un costo di 40,00 € come avveniva fino al 2014.

COME FARE E DOVE ANDARE PER OTTENERE IL NUOVO PASSAPORTO

La procedura standard prevede di andare direttamente in questura, oppure in alternativa potrete avviare la pratica presso l’ufficio postale o comunale del vostro comune di residenza, ma in questura dovrete passarci comunque e tassativamente per la rilevazione delle impronte digitali. 
Il nuovo passaporto, perciò, andrà ritirato in questura, ma è molto utile sapere che, in alternativa, è possibile riceverlo tramite posta, pagando 8,20 €. Inoltre sarà possibile velocizzare la pratica, registrandosi sul sito della Polizia di Stato  e inoltrando la domanda direttamente on line.
Così facendo, dovrete recarvi in questura solo per la rilevazione delle impronte digitali.

TEMPI DI RILASCIO

Una volta avviata la procedura e completato l’iter secondo quanto specificato in precedenza, bisognerà solo aspettare. Già, ma quanto? Quali sono gli effettivi tempi di rilascio del nuovo documento? Dipende da vari fattori. Vediamo quali:

  • da 1 giorno ad una settimana se avete presentato domanda direttamente in Questura.
  • da 1 settimana ad un mese se invece la domanda di rinnovo è stata presentata presso gli uffici comunali e postali del proprio comune di residenza.

IMPORTANTE: Qualora siate impossibilitati a ritirare di persona il passaporto, potrete nominare un delegato, purchè sia maggiorenne e le sue generalità vengano specificate nella delega.

Ci sono dei casi considerati di “comprovata urgenza”, che quindi accelereranno di molto le pratiche di rilascio. Si tratta dei seguenti casi:

  • Viaggio di lavoro improvviso, ovviamente dimostrabile.
  • Motivo sanitario documentato
  • Viaggio turistico, in questo caso fa fede l’emissione del titolo di viaggio, ovvero del biglietto

In tutti i casi, sarà l’ufficio preposto a valutare e quindi certificare l’eventuale urgenza. Come inevitabile conseguenza verrà applicata una sovrattassa che può arrivare anche fino a 50,00 €.

Ecco, speriamo di essere stati chiari e soprattutto utili e per maggiori e più specifiche informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale della Polizia di Stato.

VUOI VIAGGIARE DA SOLO, MA NON TI SENTI SICURO O NON SAI COME FARE?

Affidati a noi, siamo viaggiatori esperti, e saremo felici di mettere al tuo servizio la nostra esperienza.
Pensa che abbiamo attraversato tutta l’America Latina da sud a nord e gran parte del Sud-Est Asiatico sfruttando solo mezzi di trasporti locali. Noi crediamo in un turismo più lento e responsabile, che privilegi il contatto con i popoli e la natura, e dia priorità all’esperienza diretta.
SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI AL NOSTRO INDIRIZZO MAIL info@vitaminaproject.com oppure VISITA LA NOSTRA PAGINA DEI SERVIZI, CLICCANDO QUI

banner_consulenze_personalizzate

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *