buddha-kamakura-02
Giappone

COSA VEDERE A KAMAKURA: TRA TEMPLI ANTICHI E ORDE DI TURISTI

Tra templi millenari, Buddha giganteschi e onde da surfisti, Kamakura attira a se orde di turisti famelici di selfie e di villeggiatura, un’invasione bella e buona che però rischia di compromettere il prezioso patrimonio storico di questa piccola città di mare, presa letteralmente d’assalto durante i mesi estivi.

kamakura-buddha

UNA STORIA MILLENARIA

Kamakura si trova a sud di Tokyo, raggiungibile con treno diretto in poco meno di 60 minuti, e proprio questa vicinanza, a lungo andare, ha compromesso la tranquillità di un luogo ameno, ricco di verde, storia e iodio, un mix perfetto che non è passato inosservato tra le migliaia di turisti, principalmente nazionali, che ogni giorno affollano le strade di quest’incantevole città costiera. In verità, molti turisti arrivano qui per vedere il grande Buddha di bronzo, secondo per grandezza solo a quello di Naraormai divenuto una vera e propria attrazione turistica, perdendo di fatto quel carattere mistico che lo ha contraddistinto per secoli. Sebbene, però, il Grande Buddha sia la principale  attrazione, di fatto non è l’unica, anzi! Kamakura è una città antichissima e vanta circa mille anni di storia, i suoi templi ne sono la prova!

  • Tempio di Engaku-ji, fondato nel 1282 è il secondo tra i templi zen di Kamakura, ed ospita al suo interno una pregevole statua di legno di Buddha, mentre la campana è considerata Tesoro Nazionale.
  • Tempio di Kencho-ji è il più antico dei cinque templi zen di Kamakura, essendo stato edificato nel 1253. Si tratta per la verità di un complesso di templi di vari dimensioni, tra i quali spicca l’Hatto, o il Dharma Hall, il più grande tempio in legno di tutto il Giappone Orientale.
  • Tempio Hasedera, appartenente alla setta Jodo, è famoso per la statua di Kannon, la dea della misericordia, rappresentata qui con undici teste, indicante ognuna una sua qualità divina. La statua è imponente, e con i suoi 9, 18 metri d’altezza è annoverata tra le più grandi sculture lignee del Giappone.
  • Santuario di Tsurugaoka Hachimango, che si trova nei pressi della stazione ferroviaria, vanta circa 9 milioni di visitatori l’anno, quindi immaginate il suo valore! L’edificio principale, chiamato “Hongu”, si apre su una magnifica vista della città, a testimonianza della grande capacità dei giapponesi di costruire complessi religiosi in piena armonia con il paesaggio circostante, mettendo in risalto vari punti di osservazione.
  • Tempio Hokokuji è uno dei più famosi di Kamakura, conosciuto per gli oltre 2000 bamboo che crescono nell’aria circostante, si trova a circa 2,5 km dalla stazione dei treni.

bamboo temple

IL GRANDE BUDDHA

Ma torniamo per un attimo al Daibutsu, ovvero il grande Buddha, perché è impossibile non restarne affascinati.
I suoi circa 13 metri d’altezza esaltano la grandezza spirituale del Buddha, qui ritratto nella posizione del loto, mentre contempla la volta celeste. La statua di bronzo si trova all’interno del Tempio Kotoku-in ed è visitabile anche all’interno, anche se, in piena estate, con oltre 30° esterni, francamente non è così piacevole. Ed ovviamente preparatevi a sgomitare tra le folle di turisti agguerriti, muniti di pali e strani costumi.

selfie-buddha

COME ARRIVARE

Raggiungere il Grande Buddha, così come tutti gli altri templi, è piuttosto semplice, giacché tutte le principali attrazioni si trovano a circa 15, max 20-25 minuti a piedi dalla stazione dei treni. Ricordate che Kamakura dista appena 50 minuti di treno da Tokyo (con linea JR Yokosuka).

LA BREZZA DELL’OCEANO E IL VERDE DEI BOSCHI

Comunque, se Kamakura è così turistica, ci sarà pure un motivo. In effetti si tratta di una graziosa cittadina di mare che offre relax, sport, cultura e shopping. Le stradine del centro sono affollatissime di negozi di souvenirs e di boutique. Qui si vive principalmente d’estate, per godere del mare e della piacevole brezza oceanica, e a proposito di Oceano, Kamakura è considerata un’ottima location da surf: le onde che si infrangono sulla spiaggia dorata sono ritenute molto appetibili dai surfisti.

sunset-kamakura

Per cui vedete, gli ingredienti per un piacevole soggiorno ci sono tutti, anche se chissà, fuori stagione, senza il grande affollamento estivo, questa location potrebbe perfino essere più affascinante.
Oltre al mare e ai templi, Kamakura ospita una vasta area di boschi e aree verdi, facilmente esplorabili seguendo i sentieri tutti molto ben tracciati. Tra questi segnaliamo il sentiero Daibutsu, che porta dalla stazione di Kita-Kamakura al grande Buddha in bronzo, il sentiero Genjiyama che parte dal tempio Jufukuji e si collega al sentiero Daibutsu. Se poi amate particolarmente camminare in mezzo alla natura, potreste fare il lungo sentiero Tenen che collega il tempio Kenchoji ai templi Zuisenji e Jomyoji.

temple kamakura

Diciamo che ce n’è un po’ per tutti i gusti, e in sin dei conti basta organizzarsi per evitare l’orda disumana di turisti che tutto travolge. Se poi non doveste riuscire nell’impresa, allora fatevi una birretta, vi rinfrescherà la mente e lo spirito.

beer-buddha

 SE STATE ORGANIZZANDO UN VIAGGIO IN GIAPPONE, PROBABILMENTE POTREBBE ESSERVI UTILE ANCHE QUESTO ARTICOLO, clicca qui.

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *