Catalogna

VIAGGIARE IN COSTA BRAVA CON IL CANE: COSA C’E’ DA SAPERE

L’estate è alle porte e tutti si stanno muovendo per trovare la meta più bella dove viaggiare. Qui trovate ad esempio i le nostre top destination europee del 2021. Chi ha un cane, come noi, però, è spesso condizionato da fattori molto pratici. Il primo pensiero che facciamo, prima di partire, è: “ma sarà possibile portarci Kamillah?”, “L’accetteranno lì dove siamo diretti?”. Ovviamente per noi, come per chiunque ha un amico (o più di uno) a quattro zampe, non ci sono opzioni: o Kamillah viene con noi, oppure non ci muoviamo!

Lei è Kamillah, e da quando l’abbiamo riscattata da un canile di Cordoba (Andalusia), nel giugno del 2020, viene sempre con noi nei nostri viaggi, a meno che non dobbiamo andare necessariamente in aereo. In questo caso la parcheggiamo in una delle case dei suoi tanti zii. La nostra priorità, però, e anche il nostro più grande piacere è viaggiare con lei.

COSTA BRAVA: UNA META PET FRIENDLY

E allora quali sono le migliori destinazioni pet friendly da prendere in considerazione? Beh di primo acchito ve ne menzioniamo una in grado di regalarvi grandi emozioni, dal punto di vista logistico e paesaggistico: La Costa Brava di Catalogna! Un luogo magico, a nord di Barcellona, compreso tra Blanes e il confine francese. Circa 150 km di costa selvaggia, bagnata da un mare azzurro e cristallino, e popolata da incantevoli borghi marinari.
In Costa Brava, non abbiamo mai trovato grandi impedimenti per viaggiare con il cane, ovviamente vanno considerate e rispettate certe restrizioni, ma per il resto i nostri amici a quattro zampe sono ben accetti.

LA SOLUZIONE MIGLIORE PER DORMIRE

Ovviamente non è che sia una passeggiata viaggiare con il cane, perché il rischio di esclusione è sempre dietro l’angolo, però basta fare le opportune valutazioni e, soprattutto, prenderla come un’avventura. Viaggiare con il cane infatti, in Costa Brava come altrove, ti porta a fare esperienze che altrimenti non è detto che faresti. Per esempio, uno dei posti dove sicuramente il vostro amico a 4 zampe viene accettato per la notte è il camping, e in Costa Brava i camping sono molto ben organizzati, hanno degli standard piuttosto alti in rapporto a qualità-prezzo, e si trovano sempre in posti favolosi. Come a Palamos, dove siamo stati recentemente per percorrere un tratto di Camì de Ronda.

In teoria, nei camping i nostri amici a 4 zampe sono ammessi, ma vanno tenuti al guinzaglio. La situazione, però, è di solito talmente rilassata, che le regole non sono mai così rigide. Ovviamente, se sapete che il vostro cane è uno sciacallo (come il nostro) sempre a caccia di barbecue da puntare, allora tenetelo d’occhio. In caso di furto di carne alla brace, la gente non è poi così amichevole.

DURANTE LE ESCURSIONI

Ok in campeggio, ma com’è la situazione cane quando siamo in giro, tra spiagge e sentieri? Anche qui tranquilla, ma il cane va tenuto rigorosamente al guinzaglio, pena multe salate. Questo vale principalmente nei luoghi affollati e nelle spiagge. Quando invece, ci si inoltra lungo sentieri naturali e poco frequentati, allora sì potete liberare il vostro amico e lasciarlo scorrazzare. Si sa, i cani sono esseri naturali e anno bisogno di correre, esplorare, annusare. L’importante è essere dei padroni responsabili, quindi pensare a rimuovere gli escrementi, ma soprattutto rinfrescare il cane con acqua sulla testa e farlo bere, altrimenti il rischio di un’insolazione non è poi così basso.

Noi, come crediamo anche voi, ci portiamo sempre dietro dell’acqua con una ciotola e sistematicamente costringiamo Kamillah a bere. Ovviamente nessuna violenza, solo le ricordiamo che deve bere, e lei beve. Che carina! I cani sono degli eterni bambini, e vanno stimolati, altrimenti pensano solo a correre e giocare e si dimenticano di ciò di cui hanno bisogno.

COME COMPORTARSI IN SPIAGGIA?

Già, come comportarsi in spiaggia con il vostro amico a 4 zampe? Allora, il consiglio più scontato è di privilegiare le spiagge pet friendly, ma non sempre è così facile. Magari siete in cammino, magari siete in un luogo (come la Costa Brava) dove gli angoli dedicati esclusivamente ai nostri amici sono molto limitati, o molto spesso inesistenti. Allora? come evitare multe salate che possono arrivare anche a 750 euro in alta stagione? Noi risolviamo così: cerchiamo di fermarci sempre in spiagge selvagge e difficili da raggiungere, così che il rischio di essere controllati è molto ridotto, e soprattutto non c’è troppa affluenza di gente. In Costa Brava, di angoli selvaggi e scomodi da raggiungere ce ne sono e come. E sono tra l’altro i luoghi più spettacolari.

VUOI VIAGGIARE DA SOLO, MA NON TI SENTI SICURO O NON SAI COME FARE?

Affidati a noi, siamo viaggiatori esperti e saremo felici di mettere al tuo servizio la nostra esperienza.
Noi crediamo in un turismo più lento e responsabile, che privilegi il contatto con i popoli e la natura, e dia priorità all’esperienza diretta.

SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI AL NOSTRO INDIRIZZO MAIL info@vitaminaproject.com oppure VISITA LA NOSTRA PAGINA DEI SERVIZI


Rocco D'Alessandro

Laureato in Lettere Classiche con specializzazione in Archeologia. Accompagnatore turistico professionista dal 2011. Docente Ditals 2° livello - Abilitato dall'Università degli Stranieri di SIENA. Traduttore letterario e vincitore del Premio Andersen 2019. Animato da una grande passione per la Letteratura Latinamericana e per l'Amazzonia. In possesso di un Master Universitario in Management del Patrimonio Artistico e Culturale (Università IULM) e di Master in Web Marketing (Università G.d'Annunzio CH-PE). Parla fluentemente Spagnolo, Inglese e Portoghese brasiliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *