Italia

TRACCE DAL SUD: BILANCIO DELLA TOURNEE’ INVERNALE IN NORD-ITALIA

Dopo la tourneé estiva tra Puglia, Abruzzo e Basilicata non ci siamo stancati di girovagare per la nostra bella Italia e abbiamo voluto portare il nostro libro, TRACCE DAL SUD, anche in Nord-Italia, questa volta con un programma di viaggio ancora più impegnativo: partendo da Barcellona (la nostra base), dopo una breve sosta a Marsiglia, siamo arrivati in Liguria, ad Imperia precisamente, e da qui abbiamo attraversato tutto il Settentrione, toccando, ad eccezione della Valle d’Aosta, tutte le regioni a nord del Rubicone. Un viaggio che ci ha permesso, oltre che a divulgare il nostro progetto, di conoscere il vero valore aggiunto della nostra Bella Italia: la varietà dei suoi paesaggi, la particolarità delle sue tradizioni, la diversità delle sue genti, insomma un viaggio nel viaggio che ora andremo a raccontarvi, non senza prima ringraziare tutte quelle persone che hanno reso possibile tutto questo, accogliendoci nel loro spazio quotidiano: dalle librerie, alle biblioteche, ai centri olistici, fino ai caffè letterari. Un tour fantastico che vogliamo immortalare nel tempo con questo articolo.

DA BARCELLONA A MARSIGLIA

Come nella Tourneé estiva, anche quella invernale è stata un viaggio on the road: a cavallo della nostra macchinina ci siamo sparati un coast to coast da Barcellona a Trieste in poco più di 20 giorni. Un viaggio articolato e impegnativo che, però, porteremo sempre nel cuore. L’incognita questa volta era rappresentata dall’imprevedibilità delle condizioni climatiche, ma per fortuna il tempo ci ha quasi sempre assistito, pur mostrandoci in maniera evidente le peculiarità delle varie regioni italiane: dalle nevi del Piemonte e del Trentino alle nebbie della Pianura Padana, fino all’incredibile microclima della Costa Ligure, senza dimenticare l’umidità delle grandi città come Padova e Bologna e la temibile bora di Trieste. Ma andiamo per ordine, perché la prima tappa del nostro on the road, una volta partiti da Barcellona, è stata una città che volevamo visitare da un bel po’, data la sua fama leggendaria: Marsiglia.

Era tanto che volevamo passarci a Marsiglia, perché ci è sempre sembrata una città particolare, e in effetti non è stata affatto banale. In un paio di giorni abbiamo visitato alcuni dei quartieri più belli, dalla celeberrima Canebiére fino al Vieux Port e Le Panier, quest’ultimo il quartiere degli artisti, ormai turistico ma sempre molto carino, vivace e soprattutto multicolorato grazie ai tanti murales che adornano le pareti degli edifici e delle viuzze varie.

“Marsiglia, porta d’Oriente. Altro luogo. Avventura, sogno. I Marsigliesi non amano i viaggi. Tutti li credono marinai, avventurieri, con padri e nonni che hanno fatto il giro del mondo, almeno una volta. Al massimo, sono stati fino a Niolo, o a Cap Croisette.”

JEAN-CLODE IZZO

FALSA PARTENZA E ARRIVO IN PARADISO

Dopo Marsiglia abbiamo attraversato (ma solo di passaggio) la Costa Azzurra, puntando direttamente al litorale successivo, conosciuto nel mondo come Riviera dei Fiori, e precisamente a Imperia dove ci attendeva con affettuosa impazienza l’amica Caterina nella sua spettacolare Guest House “Calipso Casa”, che dal Parasio si affaccia sul bellissimo mare ligure di Porto Maurizio. Un luogo stupendo e accogliente che vi consigliamo con tutto il cuore, perché gestito con passione e gusto del bello.

Un Paradiso che in qualche modo ha attenuato l’annullamento (causa covid) della prima serata di presentazione del nostro libro TRACCE DAL SUD, prevista per il 4 dicembre nel cuore del centro storico di Imperia, dove saremmo dovuti essere ospiti del prestigioso Circolo Parasio. Noi, però, da buoni viaggiatori siamo abituati a cogliere il meglio anche dagli imprevisti, così ne abbiamo approfittato per conoscere lo stupendo tratto di costa che unisce Porto Maurizio ad Oneglia.

DAL MARE ALLA NEVE – PRIMA TAPPA: VARALLO (PIEMONTE)

Dopo 3 giorni di esplorazione lungo la costa ligure, abbiamo lasciato il sole della Liguria per ritrovarci in sole 4 ore tra le nevi del Piemonte, precisamente a Varallo, grazioso paesino alle pendici del Monte Rosa, attesi da un incontro speciale, con le classi dell’Istituto Superiore D’Adda. E non potevamo cominciare meglio, accolti dalla freschezza e dall’entusiasmo di ragazzi affamati di conoscenza e curiosi di sapere “i segreti” del nostro viaggiare lento.

PASSAGGIO IN EMILIA-ROMAGNA: BOLOGNA, MODENA E FIORANO MODENESE

Nemmeno il tempo di uno spuntino ed eccoci di nuovo in viaggio, alla volta di Bologna, attesi questa volta da Benedetta e Luca, amici di valore e dilunga data che ci hanno accolto come meglio non si poteva, e cioè con un bel piattone di tortellini bolognesi e con tanto affetto.

La giusta premessa al secondo appuntamento di presentazione del nostro TRACCE DAL SUD, che ci ha visto protagonisti in un luogo iconico della Bologna letteraria, ovvero l’Enoteca-Libreria La Confraternita dell’Uva, dove non ci aspettavamo di attirare l’attenzione di un pubblico dinamico e alle prese con la degustazione di calici di ottimo vino. Un’esperienza interessante che è il preludio agli appuntamenti modenesi. Ma prima ci lasciamo ispirare da alcuni versi del grande John Fante, cui a sua volta Antonio, il proprietario di questo bel locale, ha tratto spunto per intitolare il suo mondo fatto di vini ricercati e ottimi libri.

“Non tiratevi mai indietro di fronte a una nuova esperienza. Vivete la vita fino in fondo, prendetela di petto, non lasciatevi sfuggire nulla.”
JOHN FANTE – Chiedi alla polvere.

Da Bologna a Modena in meno di un’ora di macchina. Questa volta ad attenderci un altro caro amico, Pierpaolo con cui abbiamo condiviso 3 anni memorabili a Barcellona, prima che il buon Piero si trasferisse nel cuore della Pianura Padana. E non per caso, evidentemente. Così, da casa sua raggiungiamo prima Fusorari – Cibi & Viaggi, nel centro storico di Modena, in una serata passata a parlare di viaggi, a provare piatti dal mondo e a parlare di nuove prospettive; per poi spostarci il giorno dopo a Fiorano Modenese, nella bellissima libreria di Ivan, Le Vite degli Altri, generosamente introdotti dalla Lara, che oltre a moderare la serata, ha recitato alcuni passi del nostro Tracce dal Sud.

LOMBARDIA: LA SPLENDIDA ACCOGLIENZA DI SAREZZO

Dopo il passaggio in Emilia-Romagna e Bologna è il turno della Lombardia. Siamo diretti questa volta nella Val Trompia, nel grazioso paesino Sarezzo, grazie al ponte un altro caro amico, Mattia, ormai ambasciatore Vitamina, che ci ha organizzato un evento particolare, in un luogo particolare, la Biblioteca Comunale del Bailo, accompagnati dalle Note del Maestro Andrea Di Stefano e alla presenza dell’Assessore alla Cultura Luigi Paonessa. Una serata coinvolgente in cui ci è sembrato più che mai che quello che stiamo facendo ha un senso, e soprattutto un obbiettivo preciso. D’altronde questa tourneé non l’abbiamo organizzata solo per vendere dei libri, ma anche e soprattutto per sensibilizzare la gente sul Turismo Responsabile e sul viaggio etico, concetti in cui noi abbiamo sempre creduto e continueremo a farlo.

Oltre a presentare il nostro Tracce dal Sud, il passaggio a Sarezzo è stata l’occasione per conoscere il territorio pedi-montano della Val Trompia, accompagnati da una guida d’eccezione, il caro amico Mattia che, fiero di mostrarci le bellezze naturali del suo territorio, ci ha condotto fino al monastero di Sant’Emiliano, situato a 1100 mt s.l.m

IL NORD-EST E IL SUCCESSO DI PADOVA

Il passaggio successivo è stato spostarsi verso il Nord-Est, precisamente a Padova, dove ci aspettavano due eventi in successione: prima nelle ciclo-officine “La Mente Comune”, e poi nella Galleria Spazio Anna Breda.

Due eventi molto diversi l’uno dall’altro per pubblico e contesto, che hanno fatto registrare entrambi il boom delle presenze. Alle ciclo-officine, grazie al ponte della nostra brand ambassador Anita, problem solver formidabile e grande organizzatrice, c’erano più di cinquanta ragazzi ad ascoltarci, mentre nella elegante Galleria gestita dalla favolosa Anna Breda, situata in Via Fermo 51, abbiamo avuto l’occasione di esporre anche delle foto di Giulia, scattate durante il nostro lungo viaggio in America Latina. Due serate memorabili che porteremo sempre nel cuore.

LA MAGIA DI TRIESTE (FRIULI-VENEZIA GIULIA)

E poi arriviamo a Trieste, una città magica che da tanto aspettavamo di conoscere. Ad accoglierci Lorenzo e Pamela, altri cari amici, gli ennesimi di questa tourneé, che ci stavano aspettando da tempo per mostrarci la loro nuova città di adozione. Una città incredibile che ci ha lasciato senza fiato e dove certamente torneremo per conoscerla meglio, perché due giorni sono veramente pochi.

Giusto il tempo di passeggiare per il centro e di presentare al pubblico Triestino il nostro libro, ospiti del bel caffè letterario e bar Knulp, un’istituzione qui a Trieste, gentilmente accolti dal simpatico Fausto, che è rimasto particolarmente incuriosito da uno dei personaggi del nostro libro, peraltro scrittore di origini triestine, tale Victor Majevski.

“Trieste, la città dei Caffè e delle suggestioni letterarie, la città dove si incontrano Vienna, i Balcani e l’Adriatico e dove ti puoi sedere dove si è seduto Joyce, Saba o Svevo.”

PENULTIMA TAPPA: BASSANO DEL GRAPPA (VENETO)

La tourneé volge al termine, la penultima tappa ci vede ospiti della bellissima libreria caffè Cuore d’Inchiostro, che si trova nella spettacolare Dimora storica di Villa Rezzonico, alle porte di Bassano del Grappa. Una serata intima, ma di grande valore, introdotti dalla gentile Daniela, la proprietaria, che in questa libreria ripone tutta la sua preparazione e passione per i libri. In questo magico scenario, ovviamente, non può non trovare posto il nostro Tracce dal Sud.

ULTIMA TAPPA (TRENTINO): PERGINE E LA VALLE INCANTATA DEI MOCHENI

Ed eccoci al nostro ultimo appuntamento: Pergine Valsugana, dove ci attende Alessandra, manager del centro olistico e studio medico Smea Biomed, che ci accoglie con grande gentilezza e cortesia, cortesia che speriamo di aver ricambiato con il nostro entusiasmo. Crediamo di sì, però, perché l’ultima serata è stata bellissima, accompagnati da una grande curiosità verso la nostra storia e soprattutto nei confronti del nostro libro.

In occasione del nostro passaggio, Alessandra ha voluto ospitarci nel suo “regno”, un maso del 1800 immerso nel cuore della Valle incantata dei Mocheni, il Maso La Marianna, in particolare ha voluto farci vivere l’esperienza di dormire in bubble! Vi è mai capitato?

Un luogo magico apprezzato anche dalla nostra Kamilluccia, che al vedere la neve e gli altri animali della fattoria ha cominciato a correre come una pazza, d’altronde gli esseri puri e naturali come lei in natura si rivitalizzano.

RINGRAZIAMENTI

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile QUEST’AVVENTURA, dalle amministrazioni comunali, alle associazioni culturali fino ai privati che hanno voluto accogliere con grande curiosità la nostra storia e quindi il NOSTRO LIBRO. Infine un grazie particolare al nostro Ufficio Stampa e all’Agenzia di Comunicazione che ha organizzato tutto alla perfezione offrendoci un calendario di ben 9 incontri in 20 giorni.

PRENOTA SUBITO LA TUA COPIA

Con questo libro vogliamo portarti nel cuore di un’America Latina originale e selvaggia, alla scoperta di culture, sincretismi, luoghi, segreti e tesori unici. L’America Latina è magica, scoprila anche tu!

TRACCE DAL SUD E’ DISPONIBILE IN CARTACEO E IN E-BOOKPRENOTA LA TUA COPIA QUI oppure RICHIEDICELA VIA MAIL (vitaminaproject@gmail.com) SPECIFICANDO L’INDIRIZZO DI DESTINAZIONE, VE LA INVIEREMO CON TANTO DI DEDICA!

Rocco Sur D'Alessandro

Laureato in Lettere Classiche con specializzazione in Archeologia. Accompagnatore turistico professionista dal 2011. Docente Ditals 2° livello - Abilitato dall'Università degli Stranieri di SIENA. Traduttore letterario e vincitore del Premio Andersen 2019. Animato da una grande passione per la Letteratura Latino-americana e per l'Amazzonia. In possesso di un Master Universitario in Management del Patrimonio Artistico e Culturale (Università IULM) e di Master in Web Marketing (Università G. d'Annunzio CH-PE). Parla fluentemente Spagnolo, Inglese e Portoghese brasiliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *