premio andersen 2019
DestinazioniNews

ROCCO SUR VINCE IL PREMIO ANDERSEN COME TRADUTTORE

IL PREMIO ANDERSEN: IL NOBEL DELLA LETTERATURA PER RAGAZZI

“Il Premio Andersen è considerato il più importante riconoscimento italiano nel campo della letteratura per ragazzi. Promosso e gestito dalla rivista omonima, premia ogni anno le migliori opere, gli autori, gli illustratori, le collane che si rivolgono ai ragazzi”.

Oggi non vi parliamo, come al solito, dei nostri viaggi, bensì vi raccontiamo di un prestigioso riconoscimento che il nostro Rocco Sur ha ottenuto in questi giorni, come traduttore, di “Al Sud dell’Alameda- Diario di un’occupazione”, giudicato Miglior libro oltre i 15 anni, opera degli artisti cileni Lola Larra e Vicente Reinamontes.
Un riconoscimento che corona una carriera (ancora breve, ma intensa), nata per caso a Santiago de Cile, dove Rocco e Giulia passarono per la prima volta in una delle loro prime spedizioni esplorative in America Latina. Un incontro che rimase impresso nella mente di un giovane Rocco SUR:

“La mia avventura da traduttore è iniziata proprio da un viaggio. Da un viaggio in Cile, precisamente a Santiago. È lì che incontrai Paolo, il fondatore di Edicola Ediciones, la casa editrice che mi ha commissionato la traduzione di vari libri, l’ultimo dei quali è “A SUD DELL’ ALAMEDA”, ambientato ovviamente a Santiago.
E’ proprio qui, dicevamo, che cominciò la mia parabola da traduttore, per caso, in maniera del tutto inattesa.
Era tipo il gennaio del 2013 ed Edicola Ediciones era appena nata. Vitamina Project non esisteva ancora, ma io e Giulia viaggiavamo già insieme. Durante uno dei nostri viaggi in Sud America passammo per Santiago, appunto, dove viveva Paolo, mio conterraneo. Quell’incontro fu galeotto e foriero di un gran sodalizio, che a quanto pare sta dando i suoi frutti, e nemmeno a farlo apposto, quei frutti arrivano dal SUD!.”

vincitore premio andersen

“AL SUD DELL’ALAMEDA”: LA TRAMA

Al Sud dell’Alameda è ambientato a Santiago, a sud dell’Alameda, la grande strada che taglia in due la città, dove gli studenti di un piccolo istituto privato hanno deciso di entrare in occupazione per unirsi al movimento studentesco di protesta che sta infiammando il Cile, in nome di una scuola più giusta e democratica. Quest’evento cambierà radicalmente la loro vita: di fronte alle nuove responsabilità crescono gli attriti tra i compagni, il cibo scarseggia e l’organizzazione interna si fa sempre più rigida e diffidente. Tra loro c’è Nicolas, un ragazzo dal futuro calcistico assicurato, il miglior portiere della scuola. La politica non lo interessa, le lunghe assemblee lo annoiano, ma si è unito all’occupazione solo per Paula.
Intrecciando gli stili del diario e della graphic novel, “A sud dell’Alameda” racconta la Rivoluzione dei Pinguini, il movimento studentesco che ha scosso la coscienza del Cile nel 2006 e nel 2011, arrivando ad occupare le prime pagine dei giornali di tutto il mondo, e che – tra partecipazione e contagioso senso civico – ha dato vita a una nuova ed emozionante pagina della storia delle rivoluzioni.

“A metà strada tra romanzo e graphic novel, A sud dell’Alameda intreccia diverse storie, epoche e registri narrativi, raccontando da un punto di vista particolare, marginale e intimista, quel microcosmo appassionato, fatto di volontà, partecipazione e contagioso senso civico che ha dato vita a una nuova ed emozionante pagina della storia cilena.”

  • Potete acquistare il libro direttamente sul sito ufficiale di Edicola Edizioni, CLICCANDO QUI.

IL VIAGGIO INFINITO DELLA LETTERATURA ( E DELLA TRADUZIONE)

rocco sur premio andersen

I ragazzi che vedete nella foto qui sopra, sono Paolo e Alice fondatori di Edicola Ediciones, una casa editrice unica per proposte e contenuti nel panorama nazionale e internazionale!
Quello che ho in mano è il Premio ANDERSEN, il premio nobel della letteratura per ragazzi. L’abbiamo vinto insieme, loro come autori, io come traduttore di “Al sud dell’Alameda”, opera somma di Lola Larra e Vicente Reinamontes.
Che cosa c’entra con il nostro progetto Vitamina? Beh tantissimo, innanzitutto perché la letteratura è un viaggio infinito e poi perché la mia avventura come traduttore è nata da un’intuizione di Paolo, quando io e Giuly passammo per Santiago de Cile nel lontano 2013. Da allora ho tradotto per Edicola vari libri, ed ognuno di loro mi ha regalato grandi emozioni fino a quest’ultimo che ha stupito tutti con l’investitura del Premio Andersen.
Non nasco come traduttore, ma la letteratura ce l’ho nel sangue e l’incontro con Paolo e Alice è stata l’ennesima testimonianza che la passione abbatte ogni barriera fisica e mentale.

LE OPERE TRADOTTE DA ME

Al Sud dell’Alameda non è il primo libro che traduco, in precedenza ne ho tradotto molti altri, tra i quali menziono quelli che mi sono stati commissionati proprio da Edicola Edizioni, tutti acquistabili sul loro sito ufficiale www.edicolaed.com :

  • Space Invaders, di Nona Fernandez
  • ORO, di Ileana Elordi
  • Chilean Electric, di Nona Fernandez
  • Valporno, di Natalia Barbelagua

traduzioni

 

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *