Giordania

PETRA: VIAGGIO NEL TEMPO DEL SOGNO

TUTTA LA MAGIA DI PETRA

Vidi Petra per la prima volta quando ero ancora un ragazzino, ricordo perfettamente la cavalcata esuberante del professor Jones mentre si insinuava tra le oscurità del siq, per poi sbucare proprio di fronte all’incredibile facciata di un tempio scavato interamente nella roccia. Fu una sensazione fugace, un flash che mi si impresse per sempre nella memoria. Rimasi a bocca perta, mi stropicciai gli occhi e feci fatica a credere che una meraviglia del genere potesse esistere davvero. 
Rimasi incollato allo schermo, anelando il coraggio del professor Jones, mentre varcava la soglia del tempio per riportare alla luce la più importante reliquia della cristianità, il Santo Graal! 

indiana-jones-last-crusade-feature-1200x675

Da quel momento in poi, Petra entrò prepotentemente nei miei sogni, condizionando irrimediabilmente il mio futuro, prossimo e remoto. L’amore per quella meraviglia scavata nella roccia rosa influenzò persino i miei studi universitari, a tal punto che mi laureai in Archeologia con il massimo dei voti, con una tesi sperimentale su Petra.

Quando misi piede per la prima volta di persona nella valle di Petra, dopo aver percorso il leggendario Siq ed essermi ritrovato a tu per tu con il Khazneh, il celeberrimo tempio scavato nella roccia, ero ancora un imberbe esploratore, laureando in archeologia. Avevo appena 24 anni e mi accingevo a scoprire il mondo. Non potevo sapere che il destino sarebbe stato così generoso con me, e non potevo immaginare tutte le meraviglie che da lì in poi avrei scoperto direttamente con i miei occhi. Tra tutte queste meraviglie, Petra ricopre un ruolo speciale nella mia memoria e nel mio cuore. Per me non esiste nulla di più magico, nè di più bello. Petra è un prodigio nato dal genio dell’uomo e dalla virtù della Natura.

tesi laurea petra

“Siamo nella vita il riflesso di un viaggio lontano, profondo come il tempo del sogno”

9 ANNI DOPO, ECCOCI ANCORA QUI!

A chi non crede nei sogni, racconto sempre questa storia, la mia storia, fermamente convinto che realizzare un sogno può cambiare (in meglio!) una vita.
E a proposito di vita, ho sempre dato ascolto alle mie passioni e mi sono impegnato affinché esse mi indicassero la via dell’indipendenza. Così ho continuato a viaggiare, e 9 anni dopo quella mia prima volta, eccomi di nuovo a Petra, pronto a percorrere il Siq che mi avrebbe catapultato ancora una volta nel Tempo del sogno.
Il resoconto che segue si riferisce alla primavera del 2018, quando sono tornato in Giordania e quindi a Petra in qualità di accompagnatore turistico, a capo di un piccolo gruppo di aspiranti viaggiatori!

Petra 01

  • Per conoscere il nostro itinerario di viaggio di 8 giorni attraverso tutta la Giordania, CLICCATE QUI.

COME ARRIVARE A PETRA

Il sito archeologico di Petra si trova nel deserto sud-occidentale della Giordania, a circa 230 km dalla capitale Amman. Arrivare a Petra non è affatto difficile. È collegata, infatti, con le due principali città della Giordania, quali Aqaba (a sud) e Amman (a nord), tramite la Desert Highway, una strada ampia e dritta che attraversa l’intero Paese da nord a sud. Noi siamo arrivati a Petra in macchina, comodamente e godendoci paesaggi indimenticabili. In effetti se siete in gruppo, noleggiare una macchina è un ottima soluzione, giacché la benzina costa veramente molto poco e le strade sono sicure.

On the Road

Se, invece, viaggiate soli,
la soluzione migliore è certamente l’autobus. A coprire la tratta Amman-Petra, ci pensano infatti gli autobus JETT, che ogni mattina, alle ore 6,30 partono dagli immediati pressi della stazione Abdali e arrivano a destinazione in meno di 4 ore. Il prezzo (aggiornato al giugno 2018) è di 11 JD. In alternativa ci sono i bus locali che sono meno confortevoli, ma anche più economici (5 JD).

  • Per organizzare un viaggio in Giordania fai-da-te e per tutte le info pratiche, CLICCATE QUI.

QUANDO ANDARE

Come detto, Petra si trova su un altopiano desertico, in un territorio prevalentemente montuoso, caratterizzato da inverni freddi, durante i quali può anche nevicare, ed estati torride. Premesso ciò, i periodi migliori per visitare Petra e la Giordania in generale, sono la primavera (aprile-maggio-giugno) e l’autunno (settembre-ottobre). Il sito archeologico è molto grande, inoltre, i vari monumenti sono collocati a diversi livelli, è evidente quindi che visitare Petra nel cuore dell’estate (luglio-agosto), quando le temperature possono raggiungere tranquillamente i 40°, sarebbe una vera e propria follia.

rocco sur a petra

 

“Parti ora alla scoperta della città rosa del deserto e sfodera l’Indiana Jones che è in te con un’escursione a Petra in italiano!”

IL SITO ARCHEOLOGICO

Il sito archeologico di Petra è davvero molto grande, tutto da fare a piedi, e vi richiederà svariati chilometri di esplorazione. Già solo il Siq, ovvero la celeberrima gola che sbuca proprio davanti al Khazneh o Tesoro del Faraone (ovvero il monumento più famoso di Petra), è lungo circa 1,5 km, a cui bisogna aggiungere altri 5 km per raggiungere il Monastero o Ed-Deir, altrettanto imperdibile, e incastonato tra le montagne che circondano Petra.

ed deir
Se poi volete raggiungere “il balcone” panoramico per fare la famosa foto con vista Khazneh, allora dovrete improvvisarvi scalatori e arrampicarvi per le lisce rocce di arenaria, seguendo un sentiero che inizia proprio alla sinistra della grande facciata del tempio. Visto che il percorso è alquanto irto, il consiglio è affidarvi ai ragazzi beduini del posto, che conoscono queste montagne come le loro tasche. Per pochi euro vi porteranno in cima, da dove potrete farmi una foto indimenticabile.

Khazneh
Il sito poi si estende da est ad ovest, mostrandosi in tutta la sua spettacolarità: le pareti rocciose sono, infatti, interamente occupate dalle famose tombe rupestri, sepolcri più o meno monumentali, commissionati dai personaggi più facoltosi dell’epoca. Tra il I sec. a.C e il I sec. d.C. Petra era un centro particolarmente attivo, grazie alla sua posizione strategica lungo la Via della Seta, è chiaro perciò che i grandi signori Nabatei (il popolo che realizzò Petra) miravano ad avere un posto in prima fila anche dopo la morte.

tombe rupestri

Vista la grandezza del sito, il nostro consiglio è di dedicare a Petra almeno 2 giorni pieni. Se poi, volete proprio chiudere in bellezza, concedetevi anche un PETRA by NIGHT, uno spettacolo davvero suggestivo.

Petra By Night è uno spettacolo davvero imperdibile, e per assistervi si paga un biglietto a parte di 17 JD. Attenzione, però, Petra By Night non è compreso in nessuno dei pacchetti JORDAN PASS, inoltre, non si tiene tutti i giorni, ma solo il lunedì, il martedì e il giovedì, per cui pianificate bene la vostra permanenza. Lo spettacolo è davvero coinvolgente, e vi ritroverete dinnanzi uno scenario del genere:

Ancient City of Petra, Jordan

COSTI E BIGLIETTI D’INGRESSO

 

  • 1-day entry to Petra – 50 JD
  • 2-day entry to Petra – 55 JD
  • 3-day entry to Petra – 60 JD
  • Petra by Night – 17 JD

VUOI SCOPRIRE LA GIORDANIA DA SOLO, MA NON TI SENTI SICURO O NON SAI COME FARE?

Affidati a noi, siamo viaggiatori esperti, conosciamo molto bene queste zone, e saremo felici di mettere al tuo servizio la nostra esperienza.
Pensa che abbiamo attraversato tutta l’America Latina da sud a nord e gran parte del Sud-Est Asiatico sfruttando solo mezzi di trasporti locali. Noi crediamo in un turismo più lento e responsabile, che privilegi il contatto con i popoli e la natura, e dia priorità all’esperienza diretta.
SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI AL NOSTRO INDIRIZZO MAIL info@vitaminaproject.com oppure VISITA LA NOSTRA PAGINA DEI SERVIZI, CLICCANDO QUI

consulenze personalizzate

Rocco D'Alessandro

Laureato in Lettere Classiche con specializzazione in Archeologia. Accompagnatore turistico professionista dal 2011. Docente Ditals 2° livello - Abilitato dall'Università degli Stranieri di SIENA. Traduttore letterario e vincitore del Premio Andersen 2019. Animato da una grande passione per la Letteratura Latinamericana e per l'Amazzonia. In possesso di un Master Universitario in Management del Patrimonio Artistico e Culturale (Università IULM) e di Master in Web Marketing (Università G.d'Annunzio CH-PE). Parla fluentemente Spagnolo, Inglese e Portoghese brasiliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *