Giappone

shinjuku
Giappone

GUIDA DI TOKYO: CONSIGLI E ITINERARI DI VIAGGIO

LET’S TOKYO TOGETHER

Era da un po’ che volevamo scrivere un articolo su Tokyo, qualcosa di utile per viajeros come noi che amano muoversi in totale libertà, alla ricerca di chicche e peculiarità. Ebbene, ecco l’occasione giusta: la nostra quinta visita a Tokyo! Un passaggio decisivo per capire meglio le dinamiche e le caratteristiche di questa città-mondo così unica e originale.

In quest’occasione abbiamo deciso di prenderci il tempo necessario per conoscere più nel dettaglio i vari quartieri e le rispettive attrazioni che contribuiscono all’essenza di questa metropoli così divertente, eccentrica, cool e trasgressiva. La guida che seguirà, vi sarà utile (almeno lo speriamo) per avere una panoramica generale sulla città e per muovervi con maggior facilità tra le sue maglie.

tokyo by night

PRIMA DI TUTTO I TRASPORTI

Apparentemente muoversi per Tokyo potrebbe sembrare alquanto complicato, a causa di una struttura urbana molto fitta e di un alfabeto per nulla intuitivo. Eppure, viaggiare per Tokyo, utilizzando i trasporti pubblici è più semplice di quello che credete. Intanto, dovete sapere, che ci sono collegamenti diretti tra i due aeroporti internazionali di Narita e Haneda, e il centro città, rispettivamente tramite Narita Express o Keisei Line, e Haneda Express. Il Narita Express vi costerà poco più di 1000 yen, mentre l’Haneda Express circa 700 yen. A titolo informativo, l’aeroporto di Haneda si trova a 45 minuti dal centro città, mentre quello di Narita dista un’ora e poco più.
Per quanto riguarda la metropolitana, attraverso la quale potrete raggiungere ogni angolo di Tokyo, un viaggio costa a seconda della zona, 170 yen oppure 230 yen, e a seconda dell’utilizzo che pensate di farne, ci sono i biglietti validi per 24 h, 48 h e così via.

Shibuya

DOV’È MEGLIO DORMIRE?

Ovviamente Tokyo offre infinite possibilità di alloggio, che vanno dai classici hotel, agli ostelli, alle famose capsula-hotel. Tutto è naturalmente rapportato al quartiere o al distretto, e quindi anche i prezzi. Secondo noi, una buona zona per soggiornare, facilmente raggiungibile dall’aeroporto, modica nei prezzi, e ben collegata con il resto della città è Asakusa. Noi abbiamo dormito al Khaosan World Asakusa Ryokan & Hostel, pagando per un letto in camera condivisa poco più di 20 euro a notte. A Tokyo, come in tutto il Giappone, conviene dormire negli ostelli, perché oltre ad essere più economici rispetto ai classici hotel, sono anche molto organizzati e puliti.

I DISTRETTI PIÙ INTERESSANTI DI TOKYO

Iniziamo ora la nostra esplorazione metropolitana che ci porterà a scoprire Tokyo in lungo e in largo, sarà un viaggio esilarante tra le stranezze e le peculiarità di una città davvero unica, un’occasione irripetibile per scoprire con i vostri occhi quello che avete sempre e solo immaginato tramite i manga e gli anime della vostra/nostra infanzia e gioventù. Siete pronti?

ASAKUSA

La prima tappa della nostra esplorazione è Asakusa, che oltre ad essere un punto strategico per i nostri spostamenti, è anche un quartiere molto interessante dal punto di vista storico. Tra le maglie dei suoi edifici popolari, infatti, si cela il complesso templare più grande di Tokyo, stiamo parlando del Tempio buddista di Senso-ji, risalente agli inizi del Periodo Edo (1603-1867). Al suo interno è custodita la statuetta del Bhodisattva Kannon, la divinità buddista che secondo la leggenda sarebbe stata rinvenuta da due fratelli pescatori durante una battuta di pesca nelle acque circostanti del fiume Sumida. Per entrare nel tempio bisogna passare il Kaminarimon, la famosa “Porta del Tuono” presieduta da due poderosi guardiani, e poi fare una lunga passerella, dominata su entrambi i lati da decine e decine di bancarelle, dove troverete ogni tipo di souvenir. L’area è costantemente invasa da turisti e fedeli, fino all’imbrunire, quando con la notte tutto si svuota, lasciando spazio ad un’inattesa tranquillità vespertina.
Il quartiere di Asakusa è servito dalle linee metro rosa (Asakusa line) e arancione (Ginza line), che attraversano la città da est a ovest, ed è pieno di ristorantini e hotel. Molto vicino ad Asakusa si trova la stazione di Ueno, importante punto di intercambio per metropolitana e JR line.

senso-ji

AKIHABARA

Poco più a sud di Asakusa, servita dalle linee metro Ginza (arancione) e Hibiya (grigia), si trova poi uno dei quartieri più strani e particolari di tutta Tokyo, vero e proprio luogo di culto per nerd e appassionati della cultura giapponese: stiamo parlando di Akihabara, il famoso distretto dell’elettronica e soprattutto dei manga-anime. Se siete appassionati di manga (fumetti giapponesi) e anime (cartoni animati), infatti, non potete non passare di qui. Addirittura c’è chi ne fa un vero e proprio luogo di culto, venendo a Tokyo appositamente per fermarsi qui. Un bombardamento di imput che finirà per stordirvi, specie se siete (come noi) neofiti del settore. Interi edifici che fungono da enormi archivi di manga e anime, centri commerciali che vendono le cose più strane, dai videogiochi ai gadget di ogni tipo.

rocco Tokyo

E poi, i famosi Maid Café, popolari in tutto il mondo per le sue cameriere-lolita che intrattengono i clienti con giochi infantili e spettacoli…musicali. Ma non finisce qui, perché ad Akihabara potrete mangiare anche dell’ottimo sushi, per esempio al Magurobito, dov’è possibile ordinare cibo direttamente dal tablet in attesa che arrivi direttamente dove siete seduti voi via nastro. Inoltre sarete voi a scegliere la quantità di riso e la tipologia dei condimenti da aggiungere.

UENO & GINZA

Proseguendo a piedi (o in metro) verso ovest, ci apprestiamo a raggiungere il quartiere di Ueno, attratti più che altro dal suo mercato Ameyoko ricco di proposte culinarie, e dallo spettacolare Parco-giardino di Shinobazu (ingresso libero), immenso stagno di loti che nasconde tra le sue onde verdi e sinuose il Tempio buddista di Bentendo, dedicato alla dea della Fortuna. Uno scorcio imperdibile di Tokyo! 

park-ueno

Proseguendo la nostra perlustrazione, nelle vicinanze di Ueno si trova Ginza, distretto del lusso e della moda, famoso per i suoi ateliers e per le boutique degli stilisti più in voga del momento. Passeggiando tra le strade di Ginza non sarà difficile veder passare Ferrari e Lamborghini, o rimanere colpiti dall’esuberanza delle vetrine di Cartier, di Dior o di Swarovsky. D’altronde siamo nel quartiere più esclusivo di Tokyo!

TSUKIGI MARKET

Rimanendo nella parte orientale della città, da Ginza ci spostiamo in uno dei luoghi più interessanti e famosi di Tokyo, lo Tsukiji Market, il Mercato del Pesce, uno dei grandi di tutta l’Asia. Qui troverete pesce freschissimo da comprare o da mangiare, spezie, alghe, mitili e granchi giganteschi, ma anche frutta e street food. Ormai centinaia sono i ristorantini che spuntano tra le maglie fitte dello Tsukiji Market, e che attirano i turisti con menù e piatti davvero invitanti. È questo il paradiso del sushi e del sashimi, il luogo ideale dove degustare ostriche fresche e provare i classici spiedini di polpa di granchio.

tsukiji 01

Una delle attrazioni più particolari dello Tsukiji Market è l’asta dei tonni, cui è possibile assistere ogni mattina accedendo ad un settore apposito. Tonnellate di tonni che poi vengono smistate nei ristoranti di tutta la città. Uno spettacolo molto caratteristico cui sarebbe interessante partecipare. Se siete intenzionati, dovreste farvi trovare all’ingresso del mercato intorno alle 2 del mattino, in modo da assicurarvi una postazione. Sappiate però che è richiesta una lunga attesa, in vista dell’asta ufficiale che comincia alle 5. Effettivamente venire qui alle 2 del mattino è piuttosto scomodo, ma lo spettacolo è assicurato e varrà bene qualche ora del vostro sonno.

tsukiji market
Raggiungere lo Tsukiji Market è piuttosto semplice, basta prendere la linea grigia (Hibiya line) della metropolitana e scendere alla fermata H 10- Tsukiji.  

ROPPONGI – DIVERTIMENTO & NIGHT LIFE

Dopo tanto girovagare è arrivato il momento di concederci un po’ di svago e divertimento, giacché Tokyo è famosa anche per la sua vita notturna, perciò se vi state chiedendo dove ripiegare per una serata di musica e cocktail, allora la risposta è presto data: Roppongi. Siamo nel cuore della città, per di qui passano la Ginza line (arancione) e Marunouchi (rossa), e ci sono un’infinità di locali notturni che attirano turisti in cerca di sballo. Chiamiamola pure il tempio del divertimento questa Roppongi e concediamoci una serata alternativa, Tokyo non può essere vissuta solo di giorno!

Roppongi
Altre attrazioni che si trovano a Roppongi sono: la Tokyo Tower, ovvero la gemella asiatica della Torre Eiffel, da dove si ammira una vista privilegiata su tutta la città; Maman, il ragno mitologico in bronzo e acciaio, opera dell’artista francese Louise Bourgeoise.

SHIBUYA

Seguendo l’andamento serpentino della la Ginza line, giungiamo al suo principio, o al suo capolinea, Shibuya (G-01). Al nominare Shibuya, non può che venirci in mente il suo celeberrimo incrocio stradale, lo Shibuya Cross, dove ogni giorno transitano migliaia e migliaia di persone per seguire la propria inquieta parabola metropolitana. Shibuya è famosa per il suo incrocio, ma in realtà è uno dei punti nodali più importanti di Tokyo. Per osservare lo Shibuya Cross dall’alto, potete salire al settimo piano di uno degli edifici che costeggiano l’incrocio (precisamente quello che vi trovate di fronte verso destra, lasciandovi alle spalle la stazione. Di solito l’ingresso al rooftop costa 500 yen, ma ultimamente siamo sempre entrati gratuitamente. Provateci anche voi!).

shibuya-crossing

A contribuire alla fama di Shibuya ha contribuito, inoltre, anche il film “Hachiko”, interpretato da Richard Gere, che ha come protagonista principale un cane di razza akita che ogni giorno, alle 17,  si reca alla stazione di Shibuya per aspettare il suo amico-padrone, ignaro però della morte dell’uomo a causa di un ictus. Un film emozionante che racconta una bellissima storia di amicizia e di fede tra un cane e il suo padrone. Oggi la statua di Hachiko si trova nella piazza antistante la stazione, ed è visitata ogni giorno, quasi fosse una reliquia, da migliaia di turisti.

shibuya-boy

SHINJUKU

Tokyo è una città infinita, ma per praticità e necessità dovremo pur porci delle coordinate in cui iscrivere la nostra parabola, ebbene il tragitto che avevamo fatto iniziare da Asakusa, si conclude per noi, almeno idealmente, qui, a Shinjuku, un quartiere eclettico, trasgressivo a suo modo, alternativo in tutti i sensi, che non si ferma mai, forse il quartiere più rappresentativo di Tokyo. Qui troverete di tutto, gli input visivi vi bombarderanno il cervello, e quelli sonori le orecchie. Un quartiere frenetico, caotico e avvolgente, che però inizia, paradossalmente, dal luogo più sereno di tutta Tokyo, uno dei nostri preferiti: Shinjuku Gyoen National Garden. Un giardino-foresta che occupa un intero quartiere, dove una volta entrati vi sembrerà di essere lontani anni luce dalla follia metropolitana di Tokyo. In questo parco, il cui ingresso costa 200 yen, troverete giardini giapponesi, giardini inglesi e giardini alla francese, un mix incredibilmente bello che vi accoglierà per tutto il tempo che vorrete.

shinjuku-gardens

Poi, una volta usciti dai Giardini, preparatevi al delirio, Shinjuku è lì che vi aspetta, in tutta la sua stravaganza.
Da Shibuya si raggiunge Shinjuku camminando per oltre un’ora, oppure tramite la linea F (marrone- Fukutoshin line). Lungo questo tragitto in linea retta incontreremo altre due imperdibili attrazioni: Meiji Jingu-mae Shrine, grandioso tempio scintoista nascosto nel cuore di un bosco cittadino (fermata metro linea verde- C03 oppure linea marrone- F15) e Takeshita Street, una via pedonale che si trova nei pressi della stazione Harajuku, fulcro della moda giovanile giapponese. Si tratta di una via abbastanza stretta, ricolma di teenagers in cerca del capo più eccentrico o dell’accessorio più curioso. Un passaggio di qui è doveroso, non fosse altro per avere conferma della divertente follia che anima i giovani giapponesi della capitale.

 

buddha-kamakura-02
12Apr
Giappone

COSA VEDERE A KAMAKURA: TRA TEMPLI ANTICHI E ORDE DI TURISTI

Tra templi millenari, Buddha giganteschi e onde da surfisti, Kamakura attira a se orde di turisti famelici di selfie e di villeggiatura, un’invasione bella e buona che però rischia di compromettere...

japan-tour
31Mar
Giappone

COME ORGANIZZARE UN VIAGGIO IN GIAPPONE FAI-DA-TE

State pensando di organizzare un viaggio in Giappone fai-da-te? Ottima idea, noi siamo appena tornati ed in tutta onestà è stata un’ esperienza bellissima, di quelle che non si dimenticano. Il...

Bellezza giapponese
19Gen
AttualitàGiappone

SPUNTI PER UN VIAGGIO IN GIAPPONE, UN PAESE VIVO E RICCO DI SORPRESE

È una destinazione tutta da scoprire il Giappone, il viaggio che per molti rappresenta la realizzazione di un desiderio. Tant’è che nel 2017 c’è stato un vero e proprio boom di turisti. A...

kasuga-Nara
20Giu
Giappone

GIAPPONE MISTICO: NARA & UJI

SFUMATURE MISTICHE Recentemente, visitando Kyoto, vi abbiamo parlato del fascino di questa città e dei suoi mille spunti, ed abbiamo volutamente lasciato da parte Nara e Uji, perchè secondo noi meritano...

itsukushima.jpg01
01Giu
Giappone

GIAPPONE TRA STORIA E TRADIZIONE: HIROSHIMA E MIYAJIMA

LA BOMBA CHE CAMBIO’ LA STORIA Ci siamo già immersi per 4 giorni tra le maglie fitte del Giappone Classico, visitando Kyoto ed il suo prezioso patrimonio artistico e architettonico, ora però è...

kyoto-01
30Mag
Giappone

4 GIORNI A KYOTO: IL RIFLESSO DI UN GIAPPONE CHE NON C’E’ PIU’

LA CITTA’ DEI MILLE TEMPLI “Vidi Kyoto e immaginai il Giappone antico e regale, quello di secoli or sono, chiuso in se stesso ed avvolto da una storia millenaria, governato dagli Shogun e...