new-york-
USA

NEW YORK: come vivere al meglio la Grande Mela senza spendere una fortuna!

New York, pensiero proibito o sogno che si avvera?

skycreapers

New York, una città dai grandi stimoli e dagli acuti forti. Punto di arrivo e di partenza, sogno proibito per molti viaggiatori, giacché la Grande Mela non ha fama di essere una città economica. Basta mettere piede a Manhattan ed i prezzi di qualsiasi cosa schizzano alle stelle. Tutto risulta molto caro, così che forse New York sarà meglio vederla in cartolina!
Ma è proprio così proibitiva la Grande Mela, così elitaria e snob?
Quello che abbiamo scoperto in questi 7 giorni ci è sembrato molto interessante, tanto da volerlo condividere con tutti voi.

grattacieli-new-york

E’ ovvio che New York non è una città economica, costa tutto molto, soprattutto gli alloggi, specie a Manhattan, per non parlare dei ristoranti.
In compenso i trasporti (metropolitana e taxi) risultano, in proporzione, piuttosto convenienti.

Secondo noi, l’unica possibilità per godersi al meglio il soggiorno, è arrivare a New York preparati, in modo da non rimanere “vittime” del grande pentolone metropolitano; beh l’intenzione di questo articolo è proprio quella di presentarvi una New York che non vi aspettate!

new-york-buildings

Prima di tutto, la struttura della città

New York è una delle città più popolose del mondo. Il suo agglomerato urbano conta circa 18 milioni di abitanti, distribuiti in maniera tutt’altro che uniforme nei 5 distretti in cui è divisa la città: Bronx, Queens, Brooklyn, Staten Island e Manhattan, che si trova nella parte finale di Long Island. La maggior parte delle attrattive si concentra proprio a Manhattan, cuore pulsante della Città, centro vitale e finanziario dell’intero Stato, nonché meta prediletta di qualsiasi viaggiatore.

ground-zero-
Una serie di ponti monumentali, tra cui quello di Brooklyn e di Queensboro Bridge, collegano Manhattan alla terra ferma.
Ufficialmente Manatthan si divide in tre settori: Uptown, ovvero la zona attorno a Central Park, che comprende i quartieri di Harlem, East Harlem e El Barrio; Midtown, ovvero la zona dei quartieri che si trovano a sud di Central Park e che ruotano attorno a Times Quare e Broadway; Downtown, ovvero la punta meridionale di Long Island, dove si trovano tutti i quartieri più caratteristici: da Greenwich Village a Soho, da Noho a Chinatown, da Little Italy a Tribeca, per concludere con Wall Street, nucleo finanziario e punto strategico da cui partì la colonizzazione europea.
In generale muoversi per Manhattan, e per tutta New York, è piuttosto semplice, grazie ad una rete di trasporti capillare e ad una disposizione molto coerente dello scacchiere urbano. Per darvi un’idea, le strade che vanno da nord a sud sono le arterie principali e si chiamano “avenue”, invece, quelle che vanno da ovest a est, si chiamano “street”.
La Fifth Avenue taglia in due Manhattan, mentre l’unica strada a protendersi in diagonale è Broadway, che incrocia la Fifth Avenue, dando vita ad un vero e proprio distretto teatrale, e ospitando i teatri più importanti e prestigiosi.
Il cuore di Manhattan è rappresentato invece da Times Square, vero e proprio “centro nevralgico del nuovo mondo”, dove la follia della grande metropoli non si esaurisce mai.

Le attrazioni principali

  • New York è una città da vivere intensamente e senza tregua. La frenesia dei newyorkesi è contagiosa e la vita in centro è tutt’altro che tranquilla, rassegnatevi perciò al movimento perenne di macchine e pedoni. A parte la sua eccessiva “vitalità”, però, New York è una città che offre molti spunti, ai quali è impossibile restare indifferenti. Vediamo in breve quali sono le cose da non perdere, quelle che in generale sono strettamente connesse con lo spirito della Grande Mela:I musei di New York: dai tesori classici del Metropolitan Museum ai reperti del Museo delle Scienze Naturali, dall’arte moderna del Solomon Guggenheim, alle opere contemporanee del Moma, l’essenza di New York è contenuta in questi quattro musei, che si trovano più o meno nella stessa zona. Il museo delle Scienze naturali si trova tra l’8th Avenue e l’81 street, proprio di fronte a Central Park. Mentre esattamente dal lato opposto, sulla 5th Avenue si trova il Metropolitan. Il Guggenheim si trova invece poco più su, tra la 5th Avenue e l’88  Street. Il MoMa invece si incontra proprio a ridosso del Rockefeller Center, tra la 5th Avenue e la 53 street.

metropolitan-museum-

  • Il cuore di New York: Times Square e Broadway si incrociano nel punto che è considerato il vero e proprio cuore di Manhattan, tra la 5th Avenue e la 42 Street. Nelle immediate vicinanze si trovano, la Cattedrale di San Patrick, il Rockefeller Center e teatri storici come il Radio City Hall

radio-city-hall

 

  • Ground Zero e il Memorial dell’11 settembre: per riflettere sulla tragedia che cambiò per sempre il mondo occidentale. Oggi, nel perimetro che un tempo ospitava le due torri gemelle, si trovano due fontane, la cui acqua confluisce verso un pozzo interno, come a dire che nulla si distrugge, ma semplicemente si trasforma.
  • World Trade Center è invece un complesso di edifici che ospita attività e centri commerciali. E’ questo il vero e proprio nucleo del commercio newyorkese. Tra le varie strutture, spicca per originalità The Oculus, opera magna del grande architetto Calatrava.
  • La migliore vista di New York non è dall’Empire State Building, dove per salire bisogna fare una fila infinita, ma è dal Rock of the Top, che si trova nel complesso del Rockefeller Center. In alternativa vi segnaliamo One World Trade Observatory, il punto di vista panoramico che si trova proprio di fronte a Ground Zero.

empire state building

  • Wall Street si trova nella punta meridionale di Manhattan ed è raggiungibile a piedi dal Memoriale dell’11 settembre. Siamo nel cuore finanziario della città, dove vengono decise le sorti dell’economia mondiale. Proprio in questa zona i commercianti inglesi ed olandesi posero le basi per dar vita a quella che sarebbe stata la Città più importante dell’Occidente.
  • La Statua della Libertà è un simbolo universale di opportunità, integrazione ed emancipazione, tutti valori legati indissolubilmente con i primi anni del XX secolo, quando immigrati da tutto il mondo giungevano a New York in cerca di fortuna, con l’idea di crearsi una nuova vita. I traghetti per visitare la Statua partono da Battery Park, nella punta estrema di Manhattan, tutti i giorni dalle 9.30 alle 15.30.

liberty-statue-

Il meglio di New York… gratis!!!

Oltre ai luoghi classici, New York offre tantissime alternative, molte delle quali davvero interessanti, e soprattutto gratis!
Una dimostrazione di quanto questa città possa regalare scorci e possibilità per tutti i gusti e soprattutto per tutte le esigenze.
Una città, quindi, più democratica di quanto si pensi! Vediamo di passare in rassegna le cose che abbiamo scoperto e che potrebbero interessarvi.

  • Visitare il Chelsea Market, nel quartiere omonimo, dove si possono trovare mercanzie e cibarie di ogni tipo, peraltro di ottima qualità. Una miriade di localini che nel loro insieme danno vita ad un luogo davvero speciale e pieno di spunti, sia per fare shopping che per mangiare a buon prezzo (e bene!).

chelsea-market

  • Passeggiare tra i grattacieli con vista mare è possibile nel quartiere di Chelsea, dove si trova la High line, una strada sopraelevata, lungo la quale correva il trenino metropolitano che univa Meatpacking District ad Hudson Yards.
    Una virtuosa opera di archeologia industriale che ha restituito alla comunità uno degli spazi più suggestivi di Manhattan.
  • Una vista esclusiva di New York è fruibile, in maniera totalmente gratuita, all’ultimo piano del Marriott Fairfield Inn, tra l’8th Avenue e la 34 street, proprio di fronte al Madison Square Garden, dove si trova il bar dell’hotel aperto a tutti.

vista-di-new-york

  • Assistere ad una messa gospel. La domenica è il giorno in cui, ad Harlem, tutti si ritrovano in chiesa per celebrare la liturgia. I battisti però sono soliti manifestare la loro fede, cantando. Ne viene uno spettacolo davvero incredibile, cui è possibile assistere nella Greater File Chapel, sulla 155 th Street.
  • Visitare la Chiesa di San Patrick, uno splendido esempio di neogotico, il cui candore contrasta le vetrate dei grattacieli che lo circondano. Giusto per orientarvi, Saint Patrick Church si trova proprio di fronte al Rockefeller Center.
  • Passeggiare a Central Park, vero polmone di New York, che con i suo 4 km di lunghezza per 800 mt di larghezza, regala uno spiraglio di tranquillità a tutti i newyorkesi e non solo. Un’oasi di pace che vi isolerà dal caos urbano circostante.

central-park-ny

  • Visitare Grand Central Terminal, la grandiosa Stazione centrale, situata tra la 42 Street e Park Avenue, da cui partono i treni che collegano Manhattan al resto del continente. Totalmente in stile liberty, i suoi ambienti interni e le sue facciate colpiscono il viaggiatore per l’eleganza e la leggerezza delle forme.

grand-central-terminal-ny

Piccole dritte e consigli pratici

Ebbene siamo giunti alla fine del nostro excursus, ma prima abbiamo in serbo per voi alcuni piccoli consigli, che siamo sicuri si riveleranno utili durante la vostra permanenza.

  • Per le vostre esigenze giornaliere, dalla bottiglia d’acqua ad uno snack, dall’ombrello ai farmaci, dalla spesa all’adattatore per la corrente, potete comprare tutto da Duane Read Pharmacy, una catena di negozi diffusa in tutta Manhattan che propone prezzi convenienti.
  • Un altro punto vendita dove è consigliato fare la spesa è il Deli Market. Si tratta di piccoli super mercati molto frequenti in tutta la città.
  • Se invece volete mangiare, principalmente a pranzo, senza spendere troppo, potete andare ad Hudson Hit, una galleria che si trova nel Brookfield Place, nel complesso del Worl Trade Center. Trovate qui a buon prezzo e discreta qualità, i piatti di tutte le principali cucine del mondo, dall’indiano al messicano, dall’italiano da asporto agli hamburger al vegetariano.
  • Se avete intenzione di visitare le principali attrazioni, vi consigliamo di fare il New York City Pass, ovvero un passe-partout che vi permette di accedere ai principali musei, risparmiando un buon 40 % del totale.

 

 

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *