lago-atitlan-Guatemala03
Guatemala

LAGO ATITLAN (GUATEMALA): QUALI PAESI VISITARE E DOVE SOGGIORNARE

Il Lago Atitlan, Ombelico del Mondo Maya

I Maya sostenevano che il Lago Atitlan fosse l’ombelico del mondo. Di sicuro si tratta di uno dei laghi più belli del Guatemala. E chi si affaccia per la prima volta su queste sponde non può che confermarlo. Incastonato tra tre vulcani poderosi, il Lago Atitlan è un paradiso terrestre che non può essere ignorato. La sua bellezza è contagiosa.

Sulle sue sponde si affacciano ben 12 paesini, uno più bello dell’altro. Ognuno di loro ha una peculiarità, ed ognuno di loro riserva più di una sorpresa. Il viaggiatore che arriva qui non può che rimanere ammaliato da tanta bellezza.

Ma non avendo a disposizione l’eternità, che comunque non basterebbe, per conoscere tutti i segreti del Lago, quali sono i paesini (pueblos) cui dare la priorità in prospettiva di un soggiorno di 3-4 giorni?

murales-lago-atitlan

 

Panajachel, il primo approccio del lago

Il primo Pueblo che conoscerete è sicuramente Panajachel. E’ il centro più attrezzato e turistico e da qui ci si imbarca per tutti gli altri paesini. Se volete godere della magica atmosfera del Lago, vi consigliamo di non fermarvi qui, ma di prendere una lancia (che si prende dall’embarcadero, molto semplice da raggiungere) attraversare il lago.

San Marcos, centro olistico e meditativo

Tralasciando Santa Cruz La Laguna, Jaibalito e Tzununa che, seppur suggestivi, sono piccolissimi, il primo paesino designato ad accogliervi è certamente San Marcos La Laguna, che si è specializzato negli anni quale centro olistico e meditativo, dove vivono principalmente artigiani e vecchi hippies. Qui troverete centri yoga piccoli ma molto ben organizzati e ostelli e ristorantini vegetariani e vegani. Paesino molto tranquillo, ma abitato per lo più da stranieri.

Lago-Atitlan-Guatemala02

 

San Juan, il pueblo degli artisti

San Juan La Laguna è invece un pueblo originale, perché abitato in gran parte dalla comunità indigena Tz’utujil, e per questo molto meno turistico. La popolazione vive di pesca, coltivazione di mais e caffè, e di artigianato. San Juan, oltre a sviluppare negli ultimi anni una strategia di turismo comunitario, si è distinta anche come centro artistico. Ci sono infatti molti ateliers di artisti locali, e suggestivi murales maya adornano i muri del paesino. E’ a nostro avviso il pueblo più interessante e la località giusta dove soggiornare.

Lago-Atitlan-Guatemala05

 

San Pedro, il pueblo più turistico

San Pedro La Laguna è, insieme a Panajchel, il pueblo più turistico. I viaggiatori si fermano di solito qui, attirati dalla più ampia possibilità di scelta (locali, ostelli, hotel, ristoranti, agenzie).

Santiago Atitlan, il pueblo più grande

Santiago Atitlan è, con i suoi 60.000 abitanti, il pueblo più grande tra quelli che si affacciano sul lago. Ed è anche, il cuore della cultura indigena, oltre ad essere stato il primo avamposto coloniale. Gli abitanti, in larga maggioranza di stirpe Maya-Tz’utuil, vivono in maniera semplice e vestono ancora abiti tradizionali. Santiago è anche sede di uno dei culti più eccentrici del Guatemala: un tal Maximon, fusione sincretica tra il San Simone cristiano ed una divinità maya chiamata Rylaj Mam. Si tratta di un busto di legno con occhiale, cappello di paglia e sigaro in bocca, venerato come il principale protettore della comunità locale.

Lago-Atitlan-Guatemala04

 

INFORMAZIONI UTILI

La città più vicina al Lago Atitlan è Antigua. Ci sono collegamenti frequenti che partono dal Terminal Centrale. Il viaggio dura circa 3 ore e gli autobus arrivano direttamente a Panajachel. Una volta qui, potete raggiungere tramite barca a motore (lancha) tutti i paesini che giacciono sulle sponde del Lago. Si può pernottare in tutti i paesi, mentre il servizio bancomat è attivo solo presso i centri più “grandi” (Santiago, Panajachel, San Pedro, San Juan)

Lago-Atitlan-Guatemala08

maya-lago-atitlan

“Il Lago Atitlan è il più bel lago del Mondo”

Alexander Von Humbolt, naturalista, geologo ed esploratore

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.