youtube-1024x576
Appuntamenti

Immagimondo, tutte le strade portano a Lecco

Immagimondo, il Festival di chi ama il viaggio

“Immaginiamo un mondo coeso, fatto di gente che conviva in armonia e pace,
che tragga linfa dalla propria diversità e unicità”

Colombia

E’ finalmente tutto pronto! La 19a edizione di Immagimondo sta per cominciare.
Lo storico Festival dei Viaggi, dei Luoghi e delle Culture torna con nuovi spunti, e nuovi personaggi nella suggestiva cornice di Lecco.

lecco_imaagimondo
Per circa due mesi, la cittadina lombarda ospiterà nel suo centro storico scrittori, fotografi, studiosi, musicisti, registi, oltre che tantissimi eventi legati al mondo del viaggio e alla scoperta delle culture.
Si comincia il 24 e 25 settembre con i Tavoli dei viaggiatori, il marchio di fabbrica del festival, un’occasione per il pubblico di dialogare con chi ha fatto del viaggio una ragione di vita; inoltre, numerosi eventi animeranno le piazze e strade della città.

Viaggio Solo
Sabato 1 e domenica 2 ottobre il festival si trasferisce nel Monastero del Lavello di Calolziocorte e nel complesso di San Calogero, per un approfondimento dedicato allo Slow Travel e al mondo dei cammini.
Domenica 9 ottobre, sarà occasione invece per conoscere il Parco del Monte Barro di Galbiate, meta di escursioni e laboratori.
Si finisce l’11 novembre con la presentazione del libro “Noi donne di Theran” della scrittrice italo-iraniana Farian Sabahi. Proprio l’Iran sarà l’ospite d’onore di quest’anno, insieme alla Corea.

In mezzo, dibattiti, proiezioni di film e presentazioni di libri, tutti incentrati sul tema del viaggio e delle diverse culture. Un’atmosfera stimolante quella che si respirerà nel centro storico di Lecco, un’occasione unica di confronto e di approfondimento, un ponte verso altri mondi e altre culture.

Per conoscere il Calendario completo degli eventi, CLICCA QUI

Una coerenza interessante

L’organizzazione del Festival è affidata a Les Cultures Onlus ( associazione e laboratorio di cultura internazionale, fondata nel 1993 da nove soci di sette Paesi diversi), che ha avuto il grande merito, o per meglio dire l’intuizione, di coinvolgere, con successo, l’intera cittadinanza, invitando le singole famiglie ad ospitare nelle proprie case noi viaggiatori.
Un’esperimento, questo, che favorisce l’avvicinamento tra la comunità locale e i viaggiatori esterni, mettendo in pratica i concetti universali di ospitalità ed accoglienza.

ouv-1024x533

Vitamina Project ponte di mondi e culture

In uno scenario così stimolante non potevamo mancare noi di Vitamina Project, che tanto ci battiamo per divulgare i valori del viaggio come esperienza, oltre che come strumento di crescita e di confronto.
Al centro del nostro progetto c’è proprio la figura del viaggiatore, inteso come esploratore e mediatore delle culture e dei popoli che incontra lungo il suo cammino.
Una convinzione che parte da un assunto semplice ma di difficile applicazione: “solo attraverso il dialogo e l’apertura si possono creare le fondamenta di un mondo che consideri la diversità una risorsa, e non un ostacolo”.

img_8401-2
E’ su questi presupposti che impostiamo tutte le nostre iniziative e scriviamo le nostre guide. Guida Vitamina è infatti per noi molto di più di una guida turistica, è un ambasciatore che si fa carico della responsabilità di mettere in contatto il viaggiatore con le comunità locali, fornendo i contatti giusti per dialogare direttamente con la gente del luogo.

GUIDA-Vitamina-Project
In sin dei conti obbiettivo del viaggiatore, al di là del suo ruolo di esploratore, deve essere quello di creare sinergie con la popolazione locale, favorendo il contatto di mondi e culture diverse.

Proprio durante il nostro lungo viaggio attraverso tutta l’America Latina (365 giorni, 30.000 km percorsi, 12 Paesi attraversati)

mappaviaggio

abbiamo avuto modo di consolidare questi valori, entrando in stretto contatto e quindi collaborando con comunità indigene di Brasile, Ecuador, Colombia e Messico: dall’ideazione di strategie per lo sviluppo di un turismo comunitario a workshop su come fare il pane e la pizza, dalla realizzazione di servizi fotografici in cambio di ospitalità, al semplice scambio di idee, tutte esperienze che hanno arricchito enormemente il nostro bagaglio di uomini e viaggiatori, ed hanno avvicinato genti.

Detto ciò, noi vi salutiamo e vi aspettiamo il 24 e 25 Settembre a Lecco presso il nostro tavolino dei Viaggiatori, dalle 10.00 alle 19.00;
Inoltre saremo in conferenza presso la Sala Don Ticozzi alle ore 15.15 di sabato 24 Settembre.

Ciaooooooooooo, passateci a trovare!!!!!!!!

Giulia-Magg-Rio-delle-Amazz

“Siamo fratelli del Mondo, figli di un’unica Terra”

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *