girona-1523769_1280
Spagna

GIRONA, UN GIOIELLINO INASPETTATO

Girona non è solo l’aeroporto secondario di Barcellona, né solo il punto di inizio di un viaggio in Costa Brava, Girona è molto di più, e se una volta scesi dall’aereo, provate a ritardare la vostra fuga, anche solo di mezza giornata, e a fermarvi in paese, vi accorgerete di aver fatto la cosa più giusta. Se pensate che siamo troppo enfatici, date un’occhio a questo articolo, chissà che non risulteremo convincenti 😉

Girona08

PRIMA DI ANDARE A BARCELLONA, FATE UN SALTO A GIRONA

Girona dista ben 90 km da Barcellona, eppure di solito si transita di qui per raggiungere la capitale catalana, giacché molte compagnie low-cost vi fanno scalo. Anche noi, a dire il vero, abbiamo sempre pensato che si trattasse solo di un punto di passaggio, invece qualche mese fa, la svolta: ci siamo presi mezza giornata, ed invece di raggiungere in fretta e furia Barcellona, abbiamo pensato di dare un’occhiata a Girona. Chissà magari, avremmo trovato qualche ristorantino carino, oppure semplicemente avremmo fatto quattro passi in tranquillità, prima di rientrare a Barcellona. Ebbene, quest’idea si rivelò azzeccatissima, e passo dopo passo avremmo scoperto una cittadina davvero, ma davvero interessante. Per cui il nostro consiglio definitivo è: “Prima di andare a Barcellona, fate un salto a Girona!”

Girona04

“Casette pittoresche dai colori vivaci, un centro storico che sembra una bomboniera e che nasconde tra le sue stradine una cattedrale portentosa, delle mura scenografiche e persino percorribili, e ancora ristorantini dai menu ricercati e baretti dove sorseggiare un calice di vino di Catalogna. Vale totalmente la pena fermarsi qui!”. 

COME ARRIVARE

Raggiungere Girona è molto semplice: una volta usciti dall’aeroporto infatti, potete prendere un bus che in poco tempo vi transiterà in paese. Se invece venite da Barcellona, potete prendere un treno. Vi ritroverete comodamente in prossimità del centro. Tutti i treni partono da  Stazione Sants e passano anche per Passeig de Gracia e Clot. Il viaggio dura circa 1h e 30 minuti circa e costa una decina di euro.

Rocco-Sur-Girona

UN SALTO NEL TEMPO, E TANTI TESORI DA SCOPRIRE

Lo scorcio più bello della città è sicuramente quello del lungofiume (vd foto copertina), dove le Case Penjades, ovvero le case pendenti, così chiamate perché sembrano proprio pendere sul fiume, si specchiano nelle acque dell’Onyar. Dal ponte Eiffel, opera del celeberrimo ingegnere francese, si può, infatti, ammirare (e fotografare) la batteria di colori delle facciate delle abitazioni, che danno un tocco di vivace cromatismo all’ambiente.

spain-1974041_1280

Ma questo non è l’unico virtuosismo paesaggistico di Girona, perchè se provate a salire sulle mura, vi si aprirà un mondo parallelo. Praticamente dall’alto si può ammirare tutta la città, e quindi la torre campanaria della cattedrale che svetta imponente in lontananza, oppure le tegole dei tetti a mattoncini delle case più antiche, o ancora, i cortili delle ville che ospitano ampi giardini signorili. Insomma, tutto molto bello!

Girona07

Tra l’altro, come vi dicevamo, le mura cittadine, conosciute come Paseo de la Muralla e risalenti al periodo carolingio, sono per gran parte transitabili, ed una lunga camminata vi condurrà fino al centro storico e al quartiere ebraico. La passeggiata è gratuita, a meno che non vogliate farla con una guida, ed entrare da qui nella Girona antica è la cosa migliore da fare.

Girona06

Transitando per i Jardins de la Muralla, infatti, vi ritroverete inaspettatamente al cospetto della grandiosa Cattedrale dedicata a Santa Maria, che si trova proprio nel punto più alto della città. Costruita in stile romano-gotico, tra l’XI e il XIII secolo, la Cattedrale di Girona è davvero impattante, e la sua facciata davvero mirabile. All’interno vi sono numerose cappelle con pregevoli opere d’arte, tra cui il baldacchino d’argento dell’altare maggiore, capolavoro di oreficeria del XIV sec, e il cosiddetto “Trono di Carlomagno”, realizzato nel 1038 con un blocco unico di alabastro.

Girona03

UNA ROCCAFORTE DELLA CULTURA CATALANA

Girona è una roccaforte della cultura catalana, e nonostante sia diventata negli ultimi anni un centro di respiro internazionale e quindi molto turistico, l’identità comunitaria rimane ancora fortemente radicata nella lingua, nelle tradizioni e nella mentalità alla cultura catalana. E se passavate di qui prima del referendum del 1 ottobre, avreste percepito ancor di più cosiddetto “orgullo catalano“, ed è proprio questa forte caratterizzazione ad aver salvato Girona dall’ “assalto yankee“.

orgullo-catalano

UNO SCENARIO EPICO

Ma Girona è anche lo scenario di una delle saghe televisive più fortunate degli ultimi anni, Games of Thrones, “il Trono di Spade”. Nell’epica saga creata da D.Benioff e D.B Weiss, Girona è infatti la Braavos delle avventure di Ayra Stark, e la sua cattedrale è la sede del grandioso Tempio di Baelor.

games of thrones

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *