Polonia

streets-1284394_1280
Polonia

CRACOVIA, COSA VEDERE IN 4 GIORNI. VIAGGIO TRA STORIA, ARTE E MEMORIA

POLONIA AUTENTICA ED ACCOGLIENTE

Sognate di viaggiare tra le maglie di un’Europa storica e piena di fascino? Senza dover andare troppo lontano, senza spendere grandi cifre e senza rinunciare al gusto della sorpresa e al senso della bellezza?
Allora questo articolo cade proprio a fagiolo, perché siamo sicuri vi aprirà le porte di una delle città più affascinanti d’Europa: CRACOVIA!

 

stare miasto Cracovia

QUEL FASCINO CHE ATTRAVERSA IL TEMPO

Cracovia corre nel tempo, con l’eleganza tipica di quelle città discrete e riservate, quasi sempre avvolte dal freddo e timide al punto giusto, che si rivelano poi agli occhi del viaggiatore, lasciando un ricordo permanente ed intenso. Cracovia, ha un grande merito, quello di lasciarsi scoprire da qualsiasi prospettiva la si osservi.
Cracovia è una città generosa, ricca di storia e piena di spunti.
Si trova qui la piazza medievale più grande d’Europa, con la sua loggia del mercato, mentre all’orizzonte il profilo delle cupole rinascimentali e barocche firma un paesaggio unico e inconfondibile.

cielo-cracovia
Immediatamente fuori dal Centro Storico (Stare Miasto), le acque indolenti della Vistola, il più lungo fiume polacco, attraversano la città donandole uno scorcio ancor più interessante.
Tra i gioielli più preziosi, c’è poi il quartiere ebraico di Kasimierz, che conserva ancora il fascino immutato di quando gli Ebrei vi vivevano in totale armonia con la comunità locale, prima che il diluvio antisemitico dei nazisti arrivò qui con l’intenzione di cancellare qualsiasi traccia di un popolo dalla cultura millenaria.

krakow-1633355_1280

Inoltre, Cracovia è il punto di partenza per un suggestivo (e struggente) viaggio nella memoria.
Da qui partono infatti tour giornalieri per Auschwitz-Birkenau, che sono l’occasione giusta per ripercorrere una delle pagine più crudeli della nostra storia recente: l’incubo della seconda guerra mondiale e l’orrore dei campi di sterminio, che vi assicuriamo sarà una delle esperienze più intense che possiate fare in vita vostra.

auschwitz
Cracovia è poi dislocata a soli 10 km da Wieliczka, dalle grandiose miniere di salgemma, uno straordinario reticolato di gallerie sotterranee (di ben 300 km) tutelato dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità per la sua unicità. A Wielitzka infatti potrete inoltrarvi per ben 130 metri nel cuore della terra, per ripercorrere la struttura di una delle più sorprendenti miniere del mondo, attive già nei secoli bui del Medioevo (ora non più), quando il sale valeva quanto l’oro.

miniere di wielitzka

COSA FARE IN CITTÀ

Dopo questo cappello introduttivo, speriamo stimolante, passiamo ad elencare nel concreto tutte le attività che potete fare durante la vostra permanenza a Cracovia. Sicuramente non resterete con le mani in mano, anzi, Cracovia saprà conquistarvi totalmente! Partiamo ovviamente dal Centro Storico.

  • La piazza del Mercato, ovvero la piazza medievale più grande d’Europa, è sicuramente il grande orgoglio di Cracovia, nucleo della città storica e punto di passaggio obbligato per chiunque arrivi in città. Sul suo perimetro quadrangolare si affacciano sontuosi edifici storici, oggi per lo più ristrutturati ed adibiti a bar e ristoranti, tra cui la Cattedrale dell’Assunta che conserva al suo interno una spettacolare pala d’altare lignea dalle proporzioni e caratteri altisonanti. Ogni giorno, a mezzodì, la pala viene aperta, rivelando ai presenti la mirabile arte dei maestri artigiani medievali. Le statue policrome sono qualcosa di indescrivibile per complessità e bellezza d’esecuzione.cattedrale Krakov
    Al centro della piazza, si trova la grande Loggia dei mercanti, dove un tempo si vendevano e compravano pellami, tessuti, e mercanzie di ogni tipo, e dove oggi si trovano botteghe di antiquariato, di ambra e di souvenirs.
  • Le mura medievali ed il barbacane sono certamente da ammirare e riammirare. In ottimo stato di conservazione, racchiudono al loro interno i tesori della vecchia Cracovia, mentre il Barbacane, una strana costruzione in mattoncini, appena fuori le mura, rappresentava un tempo l’ingresso trionfale alla Città e fungeva da struttura difensiva in caso di attacchi esterni.
  • Il castello medievale di Wavel e la cattedrale di San Vencesclao. Proprio nel cortile del castello, al secondo piano, si trova la stanza che ospita la Dama con l’Ermellino, mirabile capolavoro di Leonardo Da Vinci, che ogni giorno subisce l’assalto di lunghe file di turisti.

wawel-2395514_1280

  • Il lungo-Vistola, il fiume che attraversa Cracovia, è uno dei luoghi più suggestivi della città, specie di notte, o all’imbrunire, quando famiglie, sportivi e anziani si riversano sulle sue sponde per rilassare i propri pensieri, per passeggiare o per fare attività sportiva. Siamo proprio sotto il Castello di Wavel, e la sera qui giù è uno spettacolo, tra l’altro facilmente raggiungibile, perchè appena fuori il perimetro storico.
  • Il quartiere Kasimiertz, è forse la parte di Cracovia che più affascina, per atmosfera e storia.
    In realtà, qualche decennio fa, questo quartiere era totalmente abbandonato e poco raccomandabile, oggi invece è stato totalmente riabilitato, divenendo una delle roccaforti turistiche della città.kasimiertz
    Perdendosi tra le stradine strette e lastricate, ci si scontra con una cultura millenaria, la cui matrice ebraica è evidente nei simboli, nelle scritte e nelle immagini. Tra localini, baretti, e ristorantini è possibile fermarsi per bere una birra, ascoltare musica jazz e provare la tipica cucina Kosher. Ed è sempre di notte che il quartiere indossa la sua veste più bella, tra luci troppo soffuse ed edifici decadenti.

    kasimiertz 01

  • La Fabbrica di Schindler è una delle più importanti attrazioni della città. Si tratta di un edificio industriale collocato a sud-est del Centro Storico, nei pressi del Cimitero Ebraico e della cosiddetta Piazza-Memoriale delle Sedie, ed oggi convertito in museo. Al suo interno, infatti, si trovano il Museo di Arte contemporanea di Cracovia e la sede distaccata del Museo della città di Cracovia. Fu Steven Spielberg a rendere famoso questo luogo, con il suo memorabile film Schindler List, in cui si racconta la storia dell’imprenditore tedesco Oscar Schindler che salvò oltre mille ebrei, impiegandoli nella fabrica di oggetti smaltati che aveva rilevato poco prima ad un prezzo irrisorio. Il Museo è un percorso toccante e struggente attraverso quegli anni bui e crudeli.

museo-cracovia

FUORI CRACOVIA

Se molte sono le cose da fare e vedere in città, dovete assolutamente inserire nella vostra to do list, due cose davvero imperdibili: le miniere di salgemma di Wielitzka e i campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Entrambi situati a pochi chilometri da Cracovia, sono raggiungibili con bus pubblico, preacquistando l’ingresso in uno dei tanti Information Point sparsi per la città.

wielitzka
Si tratta di due passaggi fondamentali, che renderanno il vostro viaggio unico e indimenticabile.
E se i campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau toccheranno certamente le corde delle vostre emozioni, le miniere di salgemma vi lasceranno senza fiato sia come meraviglia naturalistica che opera ingegneristica.

Birkenau
Nello specifico:

  • Per tutte le informazioni pratiche sulle Miniere di Salgemma cliccate qui.
  • Per tutte le informazioni pratiche su Auschwitz-Birkenau cliccate qui.

Solo considerate per entrambe le escursioni almeno 4-5 ore per visita e spostamenti. I biglietti sono acquistabili in loco o in prevendita nelle varie agenzie turistiche di Cracovia o presso gli uffici turistici nei pressi del centro storico.

Rocco Sur Poland