Ciudad-Perdida-Colombia12
Colombia

Ciudad Perdida, Colombia: trekking nel cuore della Sierra Nevada

Ciudad-Perdida-Colombia09

Nel cuore della Sierra Nevada de Santa Marta, avvolta da un fitta giungla tropicale, si trova la Ciudad Perdida (The Lost City), antico santuario Teyuna che risale all’VIII secolo d.C.
Riscoperta solamente nel 1972 da un corpo di esploratori, la Ciudad Perdida è oggi il sito archeologico più famoso della Colombia, protetto dall’Unesco in quanto Patrimonio dell’Umanità, e considerato un luogo sacro dai Kogi, i Wiwa e gli Arhuaco, ovvero le tre etnie che vivono a diverse altitudine nella Sierra.
Tutto il territorio che circonda la Ciudad Perdida è di giurisdizione indigena, e di conseguenza il flusso di visitatori è gestito appunto dagli indigeni.
L’unico modo per visitare la Ciudad Perdida è camminare per 4/5 giorni, a seconda del pacchetto scelto, attraverso la giungla tropicale; si parte da un’altezza di circa 800 metri per arrivare ai 1200 metri s.l.m.
Il tragitto è tutt’altro che semplice, e per affrontarlo al meglio occorre essere preparati ed equipaggiati.

Ciudad-Perdida-Colombia08

Il percorso

Per raggiungere la Ciudad Perdida è necessario appoggiarsi ad un’agenzia locale. Bene o male le proposte sono simili e i prezzi oscillano tra i 280 e i 240 Dollari a persona, a seconda che si parta da Santa Marta o da Taganga.
In entrambi i casi le agenzie vi vengono a prendere la mattina presto all’ostello dove alloggiate, e vi portano fino al campo base di El Mamey, vero e proprio punto di partenza del Tour, dove incontrerete la vostra guida (obbligatoria).
Il trasferimento avviene in jeep 4×4 e dura circa 3 ore.

Ciudad-Perdida-Colombia14

Giorno 1.

Si pranza al campo base di El Mamey, si fa un breefing con la guida e si parte. Vi aspettano 7 km di cammino (3-4 ore a seconda del passo che portate) per giungere al primo accampamento, dove passerete la notte, in amaca. Alcune salite tutt’altro che facili, cascatelle e freschi ruscelli, caratterizzano il paesaggio.
I pasti (colazione, pranzo e cena) sono inclusi nel prezzo, e si consumano sempre negli accampamenti. Inoltre lungo il cammino incontrerete piccoli chioschetti che vendono acqua e bibite varie (non sempre ghiacciate).

Ciudad-Perdida-Colombia03

Giorno 2.

Il secondo giorno inizia all’alba, poichè bisognerà camminare per circa 8 ore per raggiungere il secondo accampamento, situato ad un’altitudine di circa 800 metri s.l.m, ai piedi della Ciudad Perdida, o Teyuna come la chiamano gli Indigeni. Durante il cammino incontrerete anche la comunità indigena di Mutanzhi. Alla fine della lunga giornata sarà possibile ristorarsi nelle fresche acque del fiume che scorre a lato dell’accampamento.

Ciudad-Perdida-Colombia15

Giorno 3.

Il terzo giorno è il grande giorno. Si parte alle 7.00, appena dopo la colazione, alla volta della Ciudad Perdida. Per arrivare in cima alla Città Sacra, dovrete salire ben 1200 gradini di pietra, opera dei Teyuna e unica via di accesso al sito. La salita è dura, e mette a dura prova le vostre capacità psico-fisiche, ma una volta su, il panorama è incredibile e lo sforzo è ripagato. Dopo una visita approfondita del sito, sulla tarda mattinata si riparte già. Si torna indietro. Ci vorranno almeno 5-6 ore per raggiungere l’accampamento (Mumake).

Ciudad-Perdida-Colombia04

Ciudad-Perdida-Colombia11

 

Ciudad-Perdida-Colombia17

Giorno 4.

Il Quarto giorno sarà in discesa, in tutti i sensi, perchè ripercorrerete a ritroso quelle che all’andata si sono dimostrate ripide salite. Dopo esservi bagnati nelle acque di freschi ruscelli, raggiungerete il punto di partenza, El Mamey. Qui vi aspettano già i transfer che a metà pomeriggio vi condurranno al vostro ostello (Santa Marta o Taganga).

Ciudad-Perdida-Colombia05

Cosa portare?

Visto che vi aspettano quattro giorni impegnativi, sarà bene calcorae al meglio il vostro equipaggio, stando sempre attenti a non caricare troppo lo zaino (considerate uno zaino di dimensioni medio-piccole). Sarete voi a portarlo, non c’è nessuno sherpa! Inoltre alcune salite sono molto dure:

  • Calzette, slip e magliette di cotone.
  • Costume da bagno, e infradito.
  • Scarpe da trekking.
  • Crema solare, repellente, cappello. Durante il giorno il sole è forte!
  • Torcia, poichè negli accampamenti non c’è elettricità.
  • Un powerbank per ricare il telefono (per fare foto)
  • Sacchetti di plastica per proteggere la roba asciutta.
  • Un bastone vi sarà utile sia per salire, sia per scendere.

Ciudad-Perdida-Colombia10

Ciudad-Perdida-Colombia16

Raccomandazioni

Sarebbe falso se vi dicessimo che il tragitto è semplice, tutt’altro, incontrerete alcune salite lunghe e ripide, inoltre il gran caldo influirà sulla vostra resistenza, perciò è giusto sapere che per raggiungere la Ciudad Perdida è necessario avere una discreta preparazione fisica.
Inoltre vi sconsigliamo di fare il Cammino durante l’epoca delle piogge (Marzo, Aprile, Maggio, Settembre, Ottobre, Novembre) perchè appunto piove spesso ed il terreno diventa inevitabilmente fangoso e sdrucciolevole. Inoltre le temperature si abbassano. Se possibile evitate anche i mesi di Dicembre e Gennaio, per l’eccessiva affluenza di visitatori. In pratica i mesi ideali per andare sono giugno, luglio e Agosto, quando le temperature sono ancora sopportabili e le precipitazioni non sono frequenti.

Bene a questo punto non ci resta che salutarvi e augurarvi buon viaggio!

Ciudad-Perdida-Colombia13

“I cancelli dell’Inferno sono aperti giorno e notte
dolci le discese, facili le rotte”
VIRGILIO – ENEIDE, VI

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *