casa-vicens-05
AttualitàSpagna

CASA VICENS (BARCELLONA): APRE FINALMENTE AL PUBBLICO LA GRANDE OPERA DI GAUDI’

E’ un autunno ricco di colpi di scena e di sorprese quello di Barcellona, oltre che caldo. Parliamo di calore artistico, però, universale, che va ben oltre le questioni politiche locali. Ed allora ecco la grande news: La Casa Vicens apre finalmente al pubblico!
E voi siete pronti a scoprire con noi l’ultimo capolavoro del sommo Maestro Antoni Gaudì?
Siamo entrati in anteprima (nel senso che siamo stati tra i primi ad entrare) nella favolosa Casa Vicens, un capolavoro che è rimasto precluso al pubblico per oltre 130 anni, la prima opera, in ordine di tempo, di un artista visionario che ha avuto il merito di dare forma alla sua inesauribile fantasia!

Vitamina-Project-en-la-casa-vicens

LA CASA VICENS, LA PRIMA GRANDE OPERA DI ANTONI GAUDI’

In realtà è abbastanza paradossale il fatto che la prima opera di Antoni Gaudì venga svelata per ultima. Ma c’è un motivo pratico a tutto ciò: è cioè che sin dalla data della sua realizzazione (1888), la Casa Vicens è stata abitata, o meglio è stata la residenza estiva della famiglia Vicens, che nella persona di Manuel Vicens i Montaner commissionò nel lontano 1883 il progetto ad Antoni Gaudì.

casa-vicens-27

Fu il primo incarico ufficiale, che Gaudì ricevette, ed infatti, a metter piede nella casa, si nota tutta la verve sperimentale dell’architetto catalano, che all’epoca non aveva ancora ben chiaro uno stile, o meglio, sì ce l’aveva chiaro, ma aveva bisogno di cominciare a praticare. Perciò La Casa Visens si differenzia da tutte le altre opere di Gaudì, anche se i motivi classici del suo stile sono già molto presenti: gli elementi floreali, il richiamo evidente alla natura e al mare, i materiali utilizzati ed i colori vivaci.

progetto-casa-vicens

Un vero capolavoro che vale la pena di entrare a scoprire. 

la-primera-casa-de-Gaudi

NASCOSTA NEL QUARTIERE DI GRACIA

Che la Casa Vicens sia un capolavoro è evidente, e basta osservarla dal di  fuori per rendersene immediatamente conto. Quelle maioliche dai colori vivaci che si alternano alla pietra viva, quegli archi così eccentrici e quelle cupole così anomale non passano affatto inosservate tra le architetture più sobrie e razionali del quartiere di Gracia.

casa-vicens-esterior

Virtuosismi estetici visibili da sempre agli occhi dei passanti, migliaia di occhi, pochi dei quali, però, realmente consapevoli del tesoro custodito all’interno di quelle mura.

casa-vicens-34
fiori-casa-vicens
Infatti, come vi dicevamo, la Casa Vicens è stata per oltre 130 anni la residenza estiva della famiglia Vicens, appunto, prima di essere acquistata (e restaurata) dal Banco di Andorra. Investimento importante, che ha permesso di aprire l’edificio al pubblico e di accelerare le pratiche per la nomina di Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO.

giuly-casa-vicens
Ma quello strano edificio, che oggi vediamo solo in parte emergere tra le costruzioni più recenti (e più alte) di Gracia, un tempo era circondato da un ampio giardino e le sue forme eccentriche spiccavano da molto lontano.

a-casa-vicens
Infatti, quando Gaudì cominciò a lavorare al progetto (1883-1888), Gracia era un piccolo municipio fuori Barcellona, un luogo decisamente meno popolato rispetto ad oggi. In pratica era una zona di campagna, piuttosto decentrata rispetto a quello che allora era considerato centro. Col tempo, purtroppo, la proprietà si è andata riducendo, finendo per ridursi praticamente alla residenza.

esterni-casa-vicens2

UN MIX STRAVAGANTE DI STILI

Oggi, come allora, la Casa Vicens si sviluppa su quattro piani, ognuno dei quali con una funzione ben specifica. Gli ambienti comuni, dove la Familia Vicens faceva convivio, sono quelli del piano terra, mentre invece, man mano che si salgono le scale (a spirale come nel ventre di una balena), si entra negli ambienti più privati ed esclusivi, si incontrano quindi le camere da letto, i bagni, lo studio, fino a giungere al terrazzo, anch’esso visitabile, da dove si svela l’incanto dell’intera struttura esterna.

a-casa-vicens-01
Un insieme di stili che si incontrano: da quello mudejar-moresco, tipico dell’Andalusia, a quello gotico e più istituzionale, a quello mediterraneo, ma a prevalere, chiaramente, è sempre l’impronta modernista, firma indelebile che rende unica Barcellona!

casa-vicens308
Passeggiando negli ambienti interni, invece, specie nei pieni inferiori, non si può che rimanere estasiati dalle fantasie che adornano le pareti e dai virtuosismi che rendono ogni angolo speciale, e soprattutto unico. Un mondo fiabesco e favoloso, dove ancora una volta la protagonista è la Natura, vera musa ispiratrice di Gaudì.

casa-vicens-900

INFORMAZIONI UTILI

  • La Casa Vicens si trova a pochi passi dalla Fermata Metro Fontana (Linea 3 Verde), nel quartiere centrale di Gracia.
  • Orari di apertura al pubblico: dal Lunedì alla Domenica dalle ore 10 alle ore 20
  • Il prezzo del biglietto è di 16 euro (intero)
  • Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale

IMG-20171214-WA0022

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, ALLORA POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: “Scoperendo Barcellona in 4 giorni”

 SE INVECE STAI PENSANDO DI TRASFERIRTI A BARCELLONA, ALLORA TI POTREBBERO ESSERE UTILI QUESTI ARTICOLI :

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *