vw-camper-336606_1280
BrasileConsigli PraticiIn viaggioViaggiare Indipendente

IL BRASILE E’ PERICOLOSO? 5 CONSIGLI PER VIAGGIARE IN SICUREZZA

VIAGGIATORI PREPARATI E CONSAPEVOLI

E’ pericoloso viaggiare in Brasile? Non avete paura a spostarvi per conto vostro? E’ vero che ti possono assaltare per strada in qualsiasi momento?
Sono queste le domande più frequenti che le persone ci rivolgono ogni qual volta ci troviamo a raccontare il nostro viaggio di 3 mesi in Brasile davanti ad un pubblico sempre molto interessato all’argomento.
Sappiamo benissimo che si tratta di un tema dibattuto, che attrae la curiosità di molti viaggiatori (e non), ecco perché abbiamo pensato di scrivere un articolo specifico a riguardo, mettendo volentieri a disposizione la nostra ampia esperienza di viaggiatori-amanti del Brasile e dell’America Latina in generale. Un articolo utile a chiunque voglia viaggiare in Brasile per conto proprio, senza correre rischi inutili.
Attenzione, però, non abbiamo alcuna intenzione di ergerci a detentori di verità assolute, né tanto meno vogliamo creare illusioni, millantando false speranze, perché viaggiare in Brasile per conto proprio non è semplice, né tanto meno rilassante, specie nelle grandi città; dare per scontato alcune dinamiche potrebbe essere da ingenui o da superficiali. Perciò, i requisiti minimi prima di partire all’avventura sono essenzialmente due:

  1. Parlare la lingua del posto, in questo caso il portoghese-brasiliano, o per lo meno avere una base che vi permetta di capire e di comunicare in loco. I Brasiliani sono dei veri e propri personaggi, nessuno escluso: divertenti, divertiti che prendono la vita con filosofia e con una certa rilassatezza; motivo per cui vi parleranno, vi diranno tante cose con il loro tipico accento sguaiato e scanzonato. Sono tipi eloquenti e spontanei loro, amano parlare con chiunque e quando incontrano un turista ( ancor meglio se una turista), cercheranno di sapere dove andate, da dove venite, che fate, che non fate. Motivo per cui sostenere un dialogo (in brasiliano) sarà decisivo per voi per entrare nelle loro grazie, e per stringere un rapporto cordiale e confidenziale. A quel punto, se dimostrerete di essere al loro pari, o meglio “alla loro altezza” (l’ego dei brasiliani, si sa, è smisurato!), vi aiuteranno certamente, dandovi i consigli giusti su dove andare e dove non andare. La lingua è un pass-partout incredibile, che vi aprirà porte, anzi portoni, ma soprattutto vi eviterà parecchie grane.
  2. Avere un minimo di esperienza in viaggi in solitaria. Il Brasile, in effetti, non è un paese semplice da attraversare. Conoscere perciò le dinamiche relative ai trasbordi, alle frontiere, alla contrattazione di qualsiasi cosa (biglietti, camere di hotel, tour), sarà importante per fluire al meglio anche in condizioni critiche o complicate.

Detto questo nulla e nessuno vi eviteranno di partire per il Brasile, pur essendo il vostro primo viaggio. Le motivazioni, nella vita sono tutto, e con buon senso e determinazione si può andare dovunque, questa per lo meno la nostra personale esperienza. Perché poi è di questo che stiamo parlando, di esperienze personali, di punti di vista propri, di spunti individuali. E bene, noi,  la nostra esperienza di viaggiatori appassionati di America Latina ve la offriamo volentieri, certi che la saprete cogliere nelle sue sfumature e peculiarità.

“La verità è che abbiamo attraversato il Brasile da sud a Nord, siamo passati per la gran parte delle principali Metropoli brasiliane, percorrendo addirittura per intero il Rio delle Amazzoni (da Belem fino alla triple frontera), e non ci è mai successo nulla di grave o di pericoloso. La verità è che siamo stati accolti dovunque con grande cordialità. Fortuna o Buon senso?” 

brasile-sicuri

5 CONSIGLI PER VIAGGIARE IN BRASILE IN SICUREZZA

Gli imprevisti, si sa, sono sempre dietro l’angolo, pronti ad intralciare la strada dei meno previdenti, ma partire con la giusta mentalità (priva di pregiudizi e luoghi comuni) vi aiuterà sicuramente ad affrontare il vostro viaggio in totale serenità e sicurezza. così eccoci ad indicarvi 5 brevi consigli che potrebbero risultarvi super utili durante il vostro soggiorno in Brasile, ricordandovi sempre la cosa più importante: “la vostra buona energia attirerà solo altra buona energia, la vostra “mala vibra” capterà solo imprevisti ed accidenti”, perciò sta a voi scegliere con “che Karma viaggiare” 😉

  1. Non vestitevi in maniera troppo eccentrica e ricercata, evitate di viaggiare con indosso oggetti di valore, specie se luccicanti. L’oro e l’argento (ma anche la bigiotteria) fanno gola a chiunque, così come colori sgargianti attirano l’attenzione. Viaggiare low-profile significa cercare di carpire gli usi e costumi della gente del luogo, vestendosi in maniera semplice, in linea con “la moda” del luogo. Ostentare non è mai un buon biglietto da visita, specie se stiamo viaggiando in paesi in cui la povertà, purtroppo, è sotto gli occhi di tutti. Se siete appassionati di fotografia, o fotografi (come noi), o blogger ed avete bisogno di utilizzare la vostra attrezzatura fotografica, potete sempre camuffarla. Noi per esempio, quando siamo in viaggio, avvolgiamo la nostra macchinetta con del nastro adesivo marrone (quello che si usa per sigillare i cartoni), in modo da farla sembrare “rattoppata” e “precaria”. In questo modo eviteremo molti, ma molti, sguardi indiscreti. Inoltre evitate di andare in giro con lo zaino super tecnico, dell’ultima moda, piuttosto scegliete l’attrezzatura minima/necessaria ( a seconda che stiate andando a fare ritratti, a scattare paesaggi….) e mettetela in uno zainetto “scrauso”, infine tiratela fuori solo quando necessario. Non sarà molto pratico, ma anche in questo caso vi risolverà molti problemi. Poi, fate voi, ogni fotografo (amatore o professional) ha la propria personale convinzione in merito.
    Comunque precisiamo che in questo caso ci riferiamo allo zainetto con cui andrete in giro per la città, non allo zaino che contiene tutta l’attrezzatura, perché evidentemente, se siete anche voi fotografi, quello non potrete evitare di portarlo in viaggio!brasile-sicuri-01
  2. Quando uscite, portate sempre con voi qualche soldo. Nel caso, malaugurato e sfortunato, di un assalto vi chiederanno di dar loro tutto ciò che avete, e non avere nulla non è mai una scelta saggia, anzi, potrebbe innervosire “os malandros”. Se invece avete con voi 10, 20, 30, o 50 reais, dateglieli senza esitare, saranno più soddisfatti. Comunque, per rassicurarvi, è questa solo un’ipotesi, e come tale non è detto che debba capitarvi. Fate le cose con buon senso e non vi capiterà!
  3. Nei trasbordi prendete un taxi. Quando vi state spostando da una meta all’altra (per esempio siete appena arrivati a San paolo e dovete raggiungere il vostro ostello), è preferibile prendere un taxi (informatevi nella stazione di arrivo su quale taxi prendere), evitando di muovervi per la città, specie all’imbrunire o nelle ore notturne, con tutto il vostro equipaggio (zaino, documenti, soldi, attrezzatura). Se sapete già dove andare è ancora meglio, perciò soprattutto nelle grandi città, riservate via internet la vostra camera di hotel, ostello, posada che sia.
  4. Evitate di andare in giro di notte. Questo vale soprattutto per le grandi città, perché di notte tutto cambia: così quella che di giorno era una zona trafficata e popolata (per esempio il centro), di notte si spopola e si trasforma in un luogo desolato ed inquietante (per es. Rio de Janeiro, San Paulo). Se però volete uscire per sfruttare al meglio il vostro soggiorno, portatevi dietro solo il minimo necessario, e non vi avventurate in strade troppo buie o che non vi sembrano tranquille. Date sempre ascolto al vostro istinto, ha sempre ragione!
  5. Se avete qualche dubbio, di qualsiasi genere, non esitate a domandare alla gente del luogo. I brasiliani sono brava gente, generosa e spontanea ( a volte un po’ troppo allarmista!), e certamente vi aiuterà a capire come muovervi.

VUOI SCOPRIRE IL BRASILE DA SOLO, MA NON TI SENTI SICURO O NON SAI COME FARE? 

Affidati a noi, siamo viaggiatori esperti, conosciamo molto bene queste zone, e saremo felici di mettere al tuo servizio la nostra esperienza.
Pensa che abbiamo attraversato tutto il Brasile da sud a nord, sfruttando solo mezzi di trasporti locali. Noi crediamo in un turismo più lento e responsabile, che privilegi il contatto con i popoli e la natura, e dia priorità all’esperienza diretta.
SE VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI AL NOSTRO INDIRIZZO MAIL info@vitaminaproject.com oppure VISITA LA NOSTRA PAGINA DEI SERVIZI, CLICCANDO QUI

brasile-sicuri-03

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *