giuly
Consigli PraticiIn viaggioViaggiare Indipendente

11 modi EFFICACI di guadagnare mentre si è in viaggio

PER GUADAGNARE IN VIAGGIO BISOGNA ESSERE INTRAPRENDENTI

Guadagnare mentre si viaggia, quante volte vi siete chiesti come fare? Eh si, perché, diciamoci la verità, i soldi, quando si è in viaggio, non bastano mai; e se come noi, siete partiti senza le spalle coperte (cioè senza tutti i soldi necessari), allora dovrete essere bravi ad arrangiarvi, anzi dovrete essere abili a sfruttare al massimo le vostre capacità.
In effetti non è facile proporsi per un lavoro, specie quando si è in un altro Paese, ma se riuscite ad abbattere le barriere psicologiche che frenano la vostra iniziativa, allora ne guadagnerete in auto-stima e, perché no, anche in economia. Ci sono mille lavori e soprattutto mille modi per fare soldi mentre si è in viaggio, escludendo quelli più improbabili, vi lasciamo di seguito una lista concreta di 11 lavori da poter fare in ogni luogo, sperando vi sia da spunto per dare nuovo vigore alle vostre finanze.
La cosa migliore è sempre la solita: fare ciò che vi piace, puntate a fare qualcosa che davvero vi interessa, avrete più chance di trovar lavoro. Buona Fortuna!

  1. Organizzare cene. Ci avete mai pensato al fatto che gli stranieri associano l’Italia al buon cibo? Basta dire che siamo italiani e subito sentiamo risponderci: “pasta, pizza (e mandolino)“. Per loro siamo tutti Chef! I soliti luoghi comuni, ma che qualche volta possono tornare utili. Soprattutto quando si è in viaggio ed si ha bisogno di soldi per prolungare l’avventura. Bene, allora eccovi servito un buon modo per fare soldi: parlate con il responsabile dell’ostello dove alloggiate, oppure con gli amici che vi stanno ospitando, proponete loro di organizzare una cena e di divulgare l’invito ad altri amici, decidete il menu, stabilite il prezzo (più o meno economico a seconda dei contesti) ed il gioco è fatto. La cosa bella è che non dovete essere per forza essere Chef “penta-stellati”, anche se dovete dimostrare un minimo di saper cucinare, altrimenti rimediate solo una figuraccia.
  2. Lavorare negli ostelli. E’ questa una pratica molto diffusa tra i viaggiatori che decidono di fermarsi in un posto per lavorare in un ostello. Qualche mese, o qualche settimana, dipende dagli accordi, giusto il tempo di “tirare su” qualche soldo per poi proseguire viaggiando. Nella maggior parte dei casi si risparmia solo in vitto e alloggio, in cambio di lavoro, ma se cercate bene, troverete anche chi vi paga.
  3. Fruit-Picking, ovvero raccogliere la frutta di stagione. Potete farlo in Australia, in Nuova Zelanda, in Argentina, o anche in Europa (Italia, Francia e Spagna per lo più). Di solito è un lavoro ben pagato, ma molto faticoso. Si lavora dalla mattina presto fino a sera, o comunque sia più di 8 ore!
  4. Insegnare una lingua è un’altra maniera efficace per guadagnare mentre siete in viaggio. Meglio se siete certificati (noi per esempio possediamo la Certificazione Ditals II livello rilasciata dall’Università degli Stranieri di Siena, che serve ad insegnare italiano agli stranieri). Potrete, infatti, presentarvi presso Accademie e Istituti Privati. Ma spesso, non c’è bisogno di possedere un certificato, e basta essere madre-lingua.scuola
  5. Fare il cameriere è un altro lavoro molto comune che vi permettere di fermarvi per un periodo determinato in un posto e fare soldi.
  6. Creare un progetto, perché no, anche questa è un’opportunità da tenere in conto, ma a differenza degli altri lavori, dovrete essere molto determinati, perché nessuno fa nulla per nulla, né tanto meno regala soldi solo per sponsorizzare voi senza che ci sia una ragione apparente. Perciò se avete un progetto di viaggio interessante, che racconta una storia originale, riuscirete a far su un po’ di soldi prima, durante e dopo il viaggio. Noi per esempio, per viaggiare un anno in America Latina, abbiamo creato VITAMINA PROJECT, e già prima di partire siamo riusciti a racimolare 5 mila euro. Se volete saperne di più CLICCATE QUI
  7. Lavorare in una farm, ovvero in un’azienda agricola, come nel nostri caso in Colombia.rocco-sur
  8. Lavorare come fotografo. In questo caso non ci si può improvvisare, anzi, diciamo che bisogna conoscere il mestiere, altrimenti nessuno vi pagherà per fare fotografia. Nel nostro Team, per esempio, abbiamo una fotografa, Giulia (questo il suo sito), ed in alcuni casi siamo riusciti a vendere servizi fotografici ad ostelli, posadas o hotel (si trattava per lo più di strutture di un livello medio-alto) in cambio di retribuzione ed ospitalità. Il vantaggio per le strutture ricettive sta nel fatto che pagano di meno di quanto pagherebbero se fossero state loro a chiamare il fotografo; voi, invece, guadagnate due volte: in soldi ed in ospitalità, ma dovrete essere convincenti, e soprattutto dovrete saper vendere la vostra professionalità, senza “svenderla”!lachua10
  9. Fare l’artista di strada. Può sembrare una scelta radicale, ma non lo è affatto, molti viaggiatori che eccellono in qualcosa (nel canto, in uno strumento, nella pittura, o scultura o nell’artigianato, o nei giochi di prestigio) decidono di far fruttare il loro specifico talento per fare un po’ di soldi, se siete bravi, la strada e la gente vi premiano.
  10. Lavorare come Accompagnatore turistico. Non è un lavoro che si riesce a trovare facilmente, ma in compenso vi fa viaggiare molto (guadagnando!). Noi siamo 2 accompagnatori abilitati, ovvero abbiamo ottenuto un patentino internazionale sostenendo un esame pubblico, e Rocco in particolar modo ha oltre 5 anni di esperienza in accompagnamento viaggi, ed ha accompagnato Tour in tutto il mondo. Se volete saperne di più, CLICCATE QUI.
  11. Vendere cibo per strada. E’ questa una pratica diffusa principalmente in America Latina, e se avete una buona ricetta, potrete andare in giro per le strade di qualche centro turistico, con il vostro cestino a vendere qualcosa di stuzzicante.

 

Rocco D'Alessandro

Archeologo, accompagnatore turistico e traduttore, ama leggere e fare sport di ogni genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *